Lazio, Inzaghi: «Cagliari buona squadra, le motivazioni faranno la differenza»

inzaghi lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di Lazio-Cagliari, la conferenza stampa di Simone Inzaghi: «Il Cagliari ha ottimi interpreti ed è in un buon momento. Le motivazioni faranno la differenza»

In mattinata anche Simone Inzaghi, come il suo collega rossoblù Maran qui (la conferenza stampa), ha presentato Lazio-Cagliari. Il match, in programma domani alle 12:30, rappresenta uno snodo importante per chiudere al meglio il girone d’andata. In settimana la squadra capitolina ha provato delle soluzioni tattiche diverse (in primis il 4-3-2-1) ed è da lì che è partita la conferenza stampa di Inzaghi a Formello.

CAMBI TATTICI E APPROCCIO – «Negli ultimi due giorni abbiamo provato un assetto tattico che non sarà per noi un esperimento: lo abbiamo già testato nelle ultime settimane. Questo modulo è stato proposto finora a gara in corso e rappresenta una soluzione. Oggi effettueremo delle prove tattiche utilizzando anche un altro sistema perché i miei ragazzi devono conoscere tutti i modi con cui giocare a calcio, ma al di là dei moduli nelle partite conta l’interpretazione. Abbiamo raccolto solo un punto nelle ultime due giornate ed è questo che non mi fa star sereno, ma le prestazioni da parte della squadra ci sono state. Dovremo esser bravi a portare a nostro favore gli episodi. Vedremo il da farsi e valuteremo come staranno i calciatori in vista della gara di domani: ogni decisione la prenderò con grande tranquillità», riporta il sito ufficiale della Lazio.

IL CAGLIARI – «Il Cagliari si è espresso molto bene contro Napoli e Roma ed ha perso l’ultimo match con i partenopei solo negli ultimi minuti di gioco. Dovremo prestare attenzione ai sardi perché sono una buona squadra. Il Cagliari è in un buon momento ed ha meritato nelle ultime due gare: la compagine sarda può contare su ottimi interpreti e dovremo lavorare su di noi perché loro ci affronteranno per crearci delle insidie, dovremo avere più voglia. Le motivazioni dovranno essere altissime e faranno la differenza anche nella giornata di domani. I sardi cambiano spesso interpreti e senza Pavoletti potrebbero giocare con Joao Pedro e Farias o con Cerri che è un calciatore più fisico. I cagliaritani sono ben allenati e sono organizzati, la gara sarà determinata dalla determinazione, vogliamo tornare alla vittoria».

I SINGOLI – Dalle condizioni di Lucas Leiva al momento opaco di Milinkovic-Savic: «Leiva ha svolto gli ultimi due allenamenti al meglio, ha dato ottimi segnali ed è fuori da diverso tempo. Dovrò valutare il brasiliano nella seduta di oggi; è importante per noi, la fretta ci ha fatto incappare in un suo ulteriore problema fisico. In determinate fasi della stagione non è bene andar di fretta, è tornato ad allenarsi bene come i compagni e sarà una risorsa per le prossime gare. Sergej Milinkovic deve rispondere sul campo in questo momento, è estremamente concentrato ed ha voglia di far bene. Si sta applicando nel migliore dei modi. In alcune gare di Europa League non l’ho convocato per farlo lavorare, ma si sta impegnando nella direzione giusta affinché la nostra classifica possa migliorare».