Inter-Cagliari, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari sbanca la San Siro nerazzurra per la seconda volta consecutiva in campionato superando in rimonta l’Inter per 2-1. Grande protagonista del match è Federico Melchiorri, alla prima da titolare in Serie A.  Dopo un primo tempo in sordina come tutto il Cagliari, l’attaccante si scatena nella ripresa, firmando prima il pareggio e propiziando poi l’autogol di Handanovic. Nel finale il Cagliari fallisce le occasioni per chiudere il match, ma poi tiene bene il ritorno dell’Inter nei minuti di recupero e porta a casa la prima vittoria in trasferta del campionato salendo a quota 13 in classifica. 

 

Storari 6: Presente con sicurezza sui tanti cross degli esterni interisti. Sfortunato nel rimpallo sulla conclusione di Joao Mario.

Pisacane 5,5: Soffre tanto nel contenere Perisic, anche perché è poco supportato da Munari. Nella ripresa è più sicuro e chiude bene la sua zona di campo.
 
Ceppitelli 6,5: Icardi è di certo un avversario ostico, ma lui sfodera una prestazione sicura, laaciando pochi spazi al centravanti argentino.
 
Bruno Alves 7: Assoluto padrone dell’area di rigore, anche e soprattutto nei momenti più difficili della gara. L’episodio, più che du dubbio, del rigore su Icardi non toglie valore alla sua prestazione.
 
Murru 5,5: Nel primo tempo fatica a contenere Candreva, poi l’ex laziale cala e lui può giocare con maggiore tranquillità.
 
Padoin 6,5: Prestazione generosa in mezzo al campo. Non si risparmia, corre fini al 94′ e recupera tanti palloni.
 
Tachtsidis 5: Partita condizionata dai tanti errori in disimpegno che mettono in pericolo la difesa rossoblu. Soffre il duello con Joao Mario e si perde il portoghese in occasione del vantaggio interista. 
 
Munari 5: Anche lui fatica tanto nel primo tempo, perdendo tanti palloni e non riuscendo a raddoppiare su Perisic.  
(Dal 68′) Isla 6: Il suo ingresso dà maggiore dinamismo in mezzo al campo. Nel finale ha l’occasione per chiudere il match ma calcia tra le braccia di Handanovic.
 
Di Gennaro 6,5: Esce per un problema fisico, stremato dai tanti chilometri percorsi in campo. Nel primo tempo fatica a fare da collante tra i reparti, nella ripresa impegna Handanovic in due occasioni e poi mette lo zampino sull’azione del pareggio
(Dal 75′) Barella 6,5: Bravo a portare il pressing e a rilanciare l’azione. Gestisce bene il pallone nel finale di gara, in cui il Cagliari ha le occasioni per chiudere il match ma poi subisce il ritorno dell’Inter. 
 
Sau 5,5: Si sacrifica parecchio in fase difensiva, il che gli toglie la lucidità necessaria per incidere negli ultimi metri. Quasi mai riesce a dare profondità o a rendersi pericoloso.
(Dal 59′) Borriello 6,5: Il suo ingresso porta maggiore peso in avanti per far salire la squadra e provare a pungere in contropiede.
 
Melchiorri 7,5: Assoluto protagonista del pomeriggio di San Siro alla prima da titolare in Serie A. Nel primo tempo si vede poco, poi nella ripresa si scatena segnando prima il gol del pareggio, poi propiziando l’autogol di Handanovic. In mezzo tanti altri spunti che mandano in difficoltà la difesa interista.
 
Rastelli 7: La fiducia a Melchiorri viene ampiamente ripagata dalla prestazione dell’attaccante marchigiano. Il Cagliari soffre specie nei duelli individuali sugli esterni, anche se l’atteggiamento del primo è da rivedere, nonostante l’avvio incoraggiante. Nella ripresa poi una grande reazione che vale la prima vittoria in trasferta.
Articolo precedente
Inter-Cagliari 1-2, il tabellino del match
Prossimo articolo
Cagliari, impresa contro l’Inter: sfatato il tabù trasferta