Connettiti con noi

News

Indice di liquidità, i parametri economici raggiunti con le cessioni. Le cifre

Pubblicato

su

Le dichiarazioni del d.g. Passetti e del d.s. Capozucca parlavano di 22 milioni richiesti per rientrare nei parametri. Sono stati raggiunti e superati con i riscatti

Il Cagliari ha spinto forte sulle cessioni, fino ad ora, anche e soprattutto per raggiungere i parametri minimi dell’indice di liquidità. La data termine è quella del 22 giugno ma si è riuscito a chiudere in anticipo; il tutto riuscendo a superare i 22 milioni indicati dalla dirigenza come cifra da accumulare in vista dell’iscrizione alla prossima serie B.

Il tesoretto ha preso forma con le cessioni, sia quelle pianificate in questi primi scampoli d’estate, sia quelle programmate nelle scorse stagioni. Le grandi somme, 8 e 10,5 milioni, sono arrivate grazie alle uscite di Vicario e Simeone; come riporta oggi L’Unione Sarda. A queste cifre vanno a sommarsi i 3 milioni ottenuti dal prestito oneroso di Bellanova ed il milione ricevuto dalle cessioni dei terzini Miangue e Tripaldelli. Ora, così facendo, non ci saranno problemi alcuni per la l’iscrizione alla prossimo campionato della serie cadetta.

Advertisement