Godin: «Qui con umiltà a disposizione di mister e compagni»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Dopo l’arrivo nella serata di ieri all’aeroporto e la firma del contratto, Diego Godin ha rilasciato una breve intervista ai microfoni del Cagliari Calcio

Nel pomeriggio di ieri all’aeroporto di Elmas è atterrato l’aereo che ha portato Diego Godin ad essere un nuovo giocatore del Cagliari. Il Faraone si è detto da subito entusiasta del progetto isolano e non ha nascosto la sua felicità nemmeno ai microfoni ufficiali della società. Ecco le prime parole rossoblù dell’uruguaiano.

UNA NUOVA AVVENTURA – «Per me è un orgoglio indossare questa maglia. Voglio iniziare a lavorare e mettermi a disposizione del mister e dei miei compagni. Ho visto alcune partite dell’anno scorso e mi piace come gioca la squadra. Vengo qua per imparare e contribuire con tutto quello che posso».

LA SCELTA DI CAGLIARI – Nella scelta di Diego Godin ha influito la tradizione degli uruguaiani a Cagliari. A partire dal suocero Pepe Herrera e dal Maestro Tabarez: «Sono cose che avvicinano la distanza tra Uruguay e Cagliari e che mi fanno sentire più vicino al mio paese».

VOGLIA DI VINCERE – Godin ha parlato anche della sua mentalità da calciatore: «Il lavoro viene prima di tutto. Bisogna avere la voglia di vincere, di crescere e di imparare ogni giorno. Non è che se ho vinto qualcosa, ora penso di sapere tutto. Anzi, è tutto il contrario».

LA SARDEGNA – La sua famiglia ha sicuramente un rapporto speciale con l’Isola, in particolare sua moglie Sofia: «Sarà bello sicuramente per mia moglie perché torna qua dove è nata. I suoi genitori sono molto emozionati per il fatto che siamo qua. Per me sarà bello conoscere la città e le persone che ci abitano».

CAPITOLO NAZIONALE – L’avventura a Cagliari sarà determinante per il percorso di Diego Godin con la sua Nazionale: «Ho detto al mister e al presidente che il mio obiettivo è giocare perché mi sento bene e perché voglio giocare il mondiale con la Nazionale fra due anni. Questo è uno stimolo per giocare e fare bene».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!