Giulini: «Vogliamo un calcio divertente, che appassioni»

© foto 04-08-2020 Cagliari, Teatro Doglio, Presentazione Di Francesco e Carta. Foto Gianluca Zuddas/CagliariNews24.com. Nella foto: Giulini

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha fatto il punto sulla situazione mercato, parlando di arrivi e cessioni. Ecco le sue parole

Il patron rossoblù Tommaso Giulini ha rilasciato un’intervista ai microfoni dell’Unione Sarda toccando vari punti tra cui la situazione calciomercato. Nel corso della chiacchierata il presidente del Cagliari ha risposto a varie domande, tra cui alcune riguardanti il
calciomercato in entrata, la scelta del nuovo mister Di Francesco e la spinosa questione Radja Nainggolan, che da domani tornerà all’Inter, società proprietaria del suo cartellino. Stando alle parole di Giulini c’è la volontà del Club isolano e del giocatore di continuare insieme. Infine si è soffermato sulla cessione di Nicolò Barella la scorsa stagione e il reinvestimento del tesoretto.

LA SCELTA DI FRANCESCO – Erano tanti i nomi di mister che già prima della chiusura di campionato venivano accostati al Cagliari. Tra i tanti alla fine è stato scelto Eusebio Di Francesco. Il presidente dei sardi ha motivato così questa decisione: «È il segnale che vogliamo un calcio divertente, che appassioni. Con gli stadi vuoti e un gioco che non attira, diventa tutto più difficile. Credo che questo allenatore possa trascinare la gente e costruire un percorso. Proprio come ha fatto col Sassuolo o come quello di Gasperini con l’Atalanta. Dopo tre giorni dal nostro primo incontro aveva già scelto di accettare la mia proposta: questo la dice lunga sulla sua voglia di far bene a Cagliari».

SITUAZIONE CALCIOMERCATO – Non solo i tecnici, ma anche tanti giocatori sono stati tirati in ballo in chiave calciomercato. La società rossoblù ha cominciato a muovere i primi passi per rafforzare la rosa, portando a termine già qualche acquisto e lavorando sul trasferimento anche di altri calciatori: «Marin, che doveva sostituire De Jong nell’Ajax, ci ha fatto capire in poche ore la sua voglia di venire a Cagliari e condividere il nostro progetto. Czyborra arriverà appena risolverà i suoi problemi di salute. E abbiamo chiuso l’affare Sottil, l’attaccante esterno chiesto da Di Francesco. Ma non ci fermiamo».

QUESTIONE NAINGGOLAN – Chi sicuramente è un osservato speciale di questa sessione di calciomercato è Radja Nainggolan: «C’è la volontà del giocatore e dell’allenatore per giocare nel Cagliari, e anche quella mia. Dipende tutto dal nostro incontro con l’Inter, vorremmo risolverla al più presto. È un momento complicato, dobbiamo preoccuparci anche della stabilità della società e l’Inter ci dovrà venire incontro».

LA CESSIONE DI BARELLA – Il presidente Giulini ha parlato anche della cessione di Nicolò Barella all’Inter la scorsa estate e di come il tesoretto ottenuto sia stato reinvestito: «Il campionato era iniziato benissimo grazie alle grandi qualità di Nicolò Barella, che ci hanno permesso di fare la cessione record della storia del Cagliari. Abbiamo reinvestito quei soldi su calciatori che hanno dimostrato di essere importanti, da Nandez a Rog, Simeone, Olsen e Nainggolan. Dicevano che 47 milioni fosse una cifra folle, ma ci si sta rendendo conto che il giocatore è di altissimo livello e i bonus sono arrivati tutti».

A cura di Emanuele Olla

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!