Giulini: «Barella è un’opera d’arte, non è in vendita» – VIDEO

Bicchiere mezzo pieno per il patron Giulini dopo il Milan: «Abbiamo dato continuità alle prestazioni contro Sassuolo e Atalanta» – ore 23:30

Al termine di Cagliari-Milan Tommaso Giulini ha parlato anche al microfono del nostro Sergio Cadeddu: «Contro Sassuolo e Atalanta siamo riusciti a giocare come volevamo. Questa sera, soprattutto nel primo tempo, abbiamo dato continuità a quelle prestazioni. Nelle ultime tre gare avremmo potuto raccogliere due punti in più. Oggi saremmo dovuti andare sul 2-0 nel primo tempo, per il Milan sarebbe stata dura recuperare. Joao Pedro? La sua è una storia bellissima. È rientrato in campo dopo tanti mesi e ha trovato subito il gol. Aver pareggiato contro una grande è un segnale incoraggiante. Oggi il Cagliari ha giocato un buon primo tempo, i nostri centrocampisti hanno fatto una grande gara. La mentalità è quella giusta, dobbiamo continuare a percorrere questa strada».

Un soddisfatto Tommaso Giulini analizza così Cagliari-Milan: «Ottimo primo tempo, peccato per il 2-0 mancato» – ore 23

Si chiude una giornata di festa alla Sardegna Arena. Il pareggio del Cagliari contro il Milan, il ritorno con gol di Joao Pedro e la prima della Curva Futura. Nel post-gara il patron Tommaso Giulini si è fermato in zona mista ai microfoni di Sky Sport: «Siamo felicissimi di aver inaugurato la Curva Futura, un intero settore dedicato ai bimbi». Il numero uno sardo poi ha parlato della gara dei suoi: «Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, sfortunatamente non è arrivato il 2-0. Nella ripresa il Milan ha rimesso la partita sui suoi binari. Joao Pedro? Siamo contenti per il gol, è una delle note positive di giornata». Infine un commento su Barella: «Da anni provo a comprare “l’Uomo che cammina” di Giacometti, purtroppo è carissimo. Oggi Barella è il nostro “Uomo che cammina” è un’opera d’arte, non è sul mercato».

Articolo precedente
castroCastro: «Nel primo tempo meritavamo di più»
Prossimo articolo
joao pedroCagliari-Milan, Joao Pedro: «Emozioni che mi mancavano, serata speciale»