Giulini: «Allucinante non pensare alla riapertura degli stadi»

Giulini Cagliari
© foto 14-10-2019 Cagliari, Hotel Regina Margherita, Mobilità sostenibile. Foto Gianluca Zuddas per Cagliarinews24.com. Nella foto: Giulini

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini è intervenuto ai microfoni di Radio Rai 1 nel corso della trasmissione Radio Anch’io Sport

Il Cagliari ha festeggiato 100 anni nel weekend. Una ricorrenza importante quella del club rossoblù, come sottolineato dallo stesso presidente Tommaso Giulini, intervenuto ai microfoni di Rai Radio 1 nel corso della trasmissione Radio Anch’io Sport.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

CENTENARIO«Abbiamo passato un bel weekend pieno di ricordi e un sabato particolare. Non ci aspettavamo di festeggiare durante una pandemia questa ricorrenza. Adesso siamo felici di pensare alla ripartenza. Speriamo che il Centenario si trasformi in qualcosa di positivo».

RIPRESA«Siamo preoccupati dal fatto che con un positivo tutta la squadra debba andare in quarantena. Mette a rischio la conclusione del campionato. Siamo gli unici ad aver adottato questa misura e non capisco il senso. Se non si finisce il campionato sarebbe complicatissimo pensare alla prossima stagione. Credo che in questi 3 mesi il presidente Gravina ha fatto un grandissimo lavoro di raccordo. Se ripartiamo dobbiamo gran parte del merito a lui. Prima di fare ironia sull’algoritmo cerchiamo di capire di cosa si tratta».

TIFOSI«Sarà una ripartenza come in tutti i settori, sarà graduale. Se riduce il costo dei cartellini si dovrà ridurre anche il costo dei contratto. Può essere un’opportunità per un calcio più umano che faccia tornare ad innamorare i tifosi. Ritorno negli stadi? Non sappiamo ancora bene quando sarà possibile riaccogliere i tifosi ed è difficile lavorarci da ora. Un peccato, perché già da oggi potremo iniziare a programmare la riapertura degli stadi. Le spiagge in Sardegna sono già piene, riaprono i teatri e altri posti chiusi, mentre non possiamo pensare a riaprire parzialmente la Sardegna Arena per tre quarti scoperta? Sono preoccupato perché sembra una chimera e lo trovo allucinante».

STADIO NUOVO «Quello per ora è disegnato su carta. Vorremo vedere i tifosi andare anche negli stadi oltre che in spiaggia e in teatro. Scherzi a parte, inizieremo la progettazione in questi giorni. Abbiamo firmato di recente un contratto per la progettazione, speriamo di terminarlo di dicembre e di presentarlo in Comune, augurandoci che la pubblica amministrazione ci dia una mano. Nel giro di 3-4 anni speriamo di poterlo inaugurare».

ALLEGRIGiulini conclude con il retroscena su Allegri svelato ieri: «Allegri è molto amico del vice-presidente Filucchi. Quando a fine gennaio eravamo in difficoltà c’è stata una chiacchierata. Nell’anno del Centenario neanche a lui sembrava così assurdo. Sta però parlando con altri club, era complicato anche per le finanze del club. Sarebbe stato un bel sogno completare l’anno del Centenario con lui in panchina».