FIGC, in caso di stop confermate promozioni e retrocessioni

gravina figc
© foto www.imagephotoagency.it

La FIGC, nella riunione odierna, ha pronto il piano B in caso di stop al campionato: confermate le promozioni e le retrocessi

Il braccio di ferro tra Governo e FIGC prosegue. Arrivato a questo punto però anche il calcio italiano, come quello belga, olandese e francese, pensa all’eventualità di non poter ripartire. Oggi, come riporta Sky Sport, c’è stata una riunione per capire gli scenari del campionato di Serie A, nel caso in cui la stagione non dovesse riprendere.

CONFERMATE LE PROMOZIONI E RETROCESSIONI – Tra le prime indicazioni, si andrebbe comunque verso la conferma di promozioni e retrocessioni, escludendo quindi una Serie A a 22 squadre. A farne le spese sarebbero sicuramente Spal e Brescia, le ultime due in classifica prima dell’interruzione. In caso di ripresa, però, si potrebbe andare anche oltre il 2 agosto, la data scelta per prorogare la stagione rispetto al 30 giugno iniziale. La FIGC infatti lavora per riprendere, anche se al momento non esistono certezze, né per riprendere il campionato né per la ripresa degli allenamenti. Domani mattina sono in programma Consiglio e Assemblea di Lega.