Cagliari, non solo Faragò: i rientri da favola degli ultimi anni

faragò cagliari
© foto 20-10-2019 Cagliari, Calcio Serie A 2019/20, Sardegna Arena, Cagliari vs Spal. Foto Gianluca Zuddas per Cagliarinews24.com. Nella foto: Faragò 2-0

Paolo Faragò è soltanto l’ultimo della lista: negli ultimi anni sono tanti i giocatori del Cagliari che hanno bagnato il rientro da un lungo stop con il gol

Melchiorri, Joao Pedro, Dessena e Faragò. La Sardegna come un’isola felice. Lo dicono in tanti ed un fondo di verità dovrà pur esserci. Isola felice per tanti motivi… più uno: da queste parti negli ultimi anni accade qualcosa di insolito e con insolita frequenza. Come se l’aria dell’isola ed il maestrale che soffia su Sant’Elia portassero buon auspicio. Perchè, in casa Cagliari, il rientro da favola di Paolo Pancrazio Faragò non è il primo, tutt’altro: se ne contano diversi soltanto negli ultimi tre anni. E tutti in Sardegna. Dalla storia di Federico Melchiorri a quella di Daniele Dessena, passando per Joao Pedro sino ad arrivare a Faragò: il gol al rientro da un lungo stop sta diventando, in tempi recenti, quasi una costante per i rossoblu.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

Melchiorri, gol dopo sei mesi di stop al (ri)esordio in A

La sfortunata carriera di Federico Melchiorri abbiamo imparato a conoscerla un po’ tutti: prima il cavernoma diagnosticatogli quando tentava di riconquistare la Serie A solo assaporata da ragazzino, poi la risalita e finalmente il treno Cagliari. Ma nella corsa alla promozione con i rossoblu, in prossimità dello sprint finale, l’infortunio: lesione del legamento crociato del ginocchio, stagione finita. Una mazzata fisica, ma soprattutto psicologica: stava per accarezzare, alla soglia dei trent’anni, quella Serie A tanto inseguita. Ma il destino a volte si mette d’impegno per cercare di equilibrare la malasorte. Cagliari-Sampdoria, settembre 2016: Melchiorri torna in campo dopo sei mesi di stop. Entra a 15′ dalla fine: è un riesordio, considerando che si tratta della seconda presenza in carriera in A dopo quella manciata di minuti del dicembre 2006. All’88’ trova il gol vittoria (sfruttando un uscita sbagliata di Viviano) e regala tre punti preziosi a Rastelli.

Animated GIF - Find & Share on GIPHY

Dessena, doppietta al Palermo dopo 11 mesi di calvario

Passa poco più di un mese ed è Daniele Dessena, altro lungodegente del Cagliari che poi conquistò la Serie A, a prendersi la scena. Costretto allo stop per la frattura di tibia e perone rimediata a Brescia, squadra in cui tra l’altro milita oggi, Dessena tornò in campo da titolare ad 11 mesi di distanza. Un’eternità spazzata via da una doppietta bella quanto pesante e liberatoria. Grazie ai sui due gol al Palermo il Cagliari di Rastelli conquistò il successo. Di seguito proponiamo il secondo:

Animated GIF - Find & Share on GIPHY

Joao Pedro, dalla lunga squalifica al gol al rientro

Non è stato un infortunio a fermare Joao Pedro, ma una squalifica per doping. Il brasiliano è tornato in campo dopo 7 mesi di assenza nel settembre 2018, contro il Milan. E gli sono bastati appena 4’ per farlo sapere a tutti, mettendo il suo nome sul tabellino grazie ad un tiro che ha beffato Donnarumma e fruttato un punto al Cagliari di Maran.

Animated GIF - Find & Share on GIPHY

Faragò, rientro con gol alla SPAL

Paolo Faragò è l’ultimo della serie. Sei mesi di stop per l’infortunio all’anca rimediato la scorsa primavera. L’intervento, l’immediata riabilitazione ed il lavoro per tornare in condizione. Appena dieci giorni fa ha fatto il suo ritorno in gruppo e Maran, come aveva fatto con Joao Pedro, ha deciso di mandarlo subito in campo. Ed anche questa volta è stato ripagato al meglio. Il gol contro la SPAL ha coronato una prestazione fatta di attenzione e diligenza, ma anche caratterizzata da una condizione fisica impressionante per un calciatore che da sei mesi non vedeva il campo.

Sarà l’aria di Sardegna, il vento che soffia su Sant’Elia…Ma negli ultimi anni le favole di questo genere si moltiplicano e – sarà pure un caso – si concretizzano tutte tra le mura amiche. E quella di Faragò è solo l’ultima di una serie che sembra non volersi arrestare.