Faragò: «Peccato per l’infortunio, ma sono ottimista»

faragò
© foto www.cagliarinews24.com

Paolo Faragò traccia un bilancio parziale della sua prima avventura in Serie A: il centrocampista del Cagliari è stato frenato da un infortunio ma non perde il sorriso

Un’apparizione a gennaio, appena arrivato dal Novara nel mercato invernale, e poi subito un infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi per due mesi. L’avventura di Paolo Pancrazio Faragò al Cagliari non è iniziata in modo fortunato, il primo contatto del giocatore con la Serie A ha dovuto fare i conti con l’imprevisto: dal suo rientro in gruppo ha trovato con regolarità degli spezzoni di gara ma non è ancora arrivata una maglia da titolare. Difficoltà che si sono rispecchiate anche in campo, ma che non tolgono entusiasmo a Faragò, come racconta in un’intervista al Corriere dello Sport: «Sono ottimista e nonostante le poche presenze posso ritenermi soddisfatto. Purtroppo l’infortunio muscolare al terzo allenamento in rossoblù mi ha fatto perdere due mesi. Spero di riuscire a festeggiare almeno una partita da titolare. Questi mesi a Cagliari sono come una sorta di apprendistato. Ma non posso che essere contento per come la Società abbia creduto in me. Non è facile arrivare a stagione in corso perché devi ambientarti alla svelta. E anche se il gruppo mi ha accolto alla grande, ho dovuto ricominciare da zero. Non posso che ringraziare i tifosi e la Società perché mi hanno stimato fin dall’inizio senza che quasi abbia fatto nulla per meritarlo. Non vedo l’ora di ripagare tutti».

Articolo precedente
cagliari-milanDiego Farias, tre giornate per rinascere
Prossimo articolo
italia biancuEuropeo Under 17, l’Italia di Biancu eliminata ai gironi