Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Mancini: «Spagna squadra straordinaria. Ingiusto non ci siano tifosi italiani a Wembley»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Mancini LIVE: le dichiarazioni del ct dell’Italia alla vigilia della semifinale di Euro 2020 contro la Spagna

Roberto Mancini, commissario tecnico dell’Italia, parla in conferenza stampa alla vigilia della semifinale di Euro 2020 contro la Spagna. Le sue dichiarazioni raccolte in diretta dalla redazione di calcionews24.


ITALIA COME LA SUA SAMPDORIA – «Quando c’è un buon rapporto tra tutti e delle condizioni ottimali per lavorare…siamo stati molto bene e vogliamo starci fino alla fine e per farlo dobbiamo fare una grande partita domani».

TENSIONE – «Quando si avvicina una partita la tensione c’è. Prima no, bisogna cercare di essere freddi per fare meno errori possibili ma quando si avvicina il fischio d’inizio penso che arrivi per tutti».

SPAGNA E BELGIO – «Credo che sarà una partita difficile come lo è stata con il Belgio. Giocano in maniera differente e quindi dovremo prepararci ad una partita con tante difficoltà. Sapevamo che l’Austria era una squadra molto aggressiva e che avremmo trovato delle difficoltà, e così è stato. La Spagna è straordinaria, da anni, nonostante ci sia stato un ricambio rimangono comunque fortissimi».

VIALLI – «E’ un rapporto che abbiamo da molto tempo. Siamo cresciuti quasi insieme, è un rapporto che va al di là dell’amicizia. E’ quasi un fratello. Ma il rapporto è stato ottimo tra tutti noi, tra lo staff e i giocatori. Poi lui è anziano quindi lo ascoltiamo sempre quando parla (ride ndr)».

LUIS ENRIQUE – «E’ un tecnico bravissimo, ha vinto Coppe dei Campioni col Barcellona ma non solo. Anche a Roma ha fatto un bel gioco, se un tecnico riesce a far giocare le sue squadre bene, al netto della vittoria, è importante e dimostra le sue capacità».

GIA’ IN FINALE«Spero che per una volta ci azzecchiate… Non sarà così semplice: dovremo fare una grande partita, la Spagna è una grande squadra. Siamo in semifinale, è dura trovare gare semplici».

WEMBLEY – «E’ ingiusto che non ci siano tifosi da Italia e Spagna. Però è chiaro sia meglio giocare davanti al pubblico che davanti a poche persone, è il bello dello sport. Però trovo ingiusto che non ci siano metà italiani e metà spagnoli».

Advertisement