E se Barella restasse al Cagliari?

© foto Antonello Sammarco/Image Sport

Nicolò Barella è conteso da Inter e Roma. Ma se alla fine della telenovela del calciomercato 2019 restasse a Cagliari?

Una domanda provocatoria più che una ipotesi reale. Le percentuali in questo momento vedono Nicolò Barella lontano da Cagliari. Il centrocampista della Nazionale è conteso da Roma e Inter. Da una parte un’offerta allettante dei giallorossi, che sul piatto hanno messo 35 milioni e il cartellino di Defrel. Dall’altra una parte fissa che soddisfa, ma con dei bonus ritenuti troppo lontani dalla cifra chiesta dal club sardo. Il presidente Giulini ha infatti accettato la proposta capitolina, rimandando la decisione finale al calciatore. Il problema è che le cose che le due squadre hanno da dare al rossoblù sono diametralmente opposte. Non dal punto di vista economico, ma tecnico. L’Inter garantisce la Champions League, un allenatore importante come Antonio Conte e un progetto che punta ad essere subito competitivo per essere una serie alternativa alla Juventus. La Roma invece giocherà solo l’Europa League, dovrà ripartire da un allenatore semisconosciuto in Italia come Paulo Fonseca – che finora ha vinto solo in Portogallo e Ucraina – e un progetto che fatica ancora a delinearsi in un clima non proprio sereno dopo gli addii di Totti e De Rossi.

LE IPOTESI – Non è difficile dunque comprendere il motivo per cui Barella preferisca l’Inter e tutto questo va oltre le presunte fedi nerazzurre del centrocampista cagliaritano, che (per puntualizzare) in ogni intervista ha sempre rimarcato di essere prima di tutto un tifoso del Cagliari. In questo momento la trattativa per la sua cessione è in una fase di stallo ed è chiaro che qualcuno dovrà fare un passo indietro. La Roma ci spera, ma non troppo, avendo già sondato altre piste per il centrocampo come Jordan Veretout della Fiorentina. L’Inter può far valere la volontà del giocatore, ma fino ad un certo punto. Dovrà adeguare l’offerta alle richieste del Cagliari. C’era l’ok per la parte fissa, ma è chiaro che ora dovranno salire i bonus per avvicinarsi ai famosi 50 milioni, inserendo eventualmente nella trattativa contropartite tecniche gradite a Maran.

CAGLIARI – Un piccolo passo indietro dovrà farlo anche il Cagliari, se decidesse di accontentare il giocatore. C’è però anche quella che al momento è una remota ipotesi: trattenere Nicolò Barella un altro anno in rossoblù. Sarebbe un segnale di forza e quanto meno un bel regalo per il centenario della società. Una piccola storia romantica, anche se la cessione sarebbe solamente rimandata. Ci sarebbe poi l’altra faccia della medaglia: quali sarebbero le motivazioni della mezzala azzurra? Psicologicamente può essere problematico giocare un’altra stagione per la salvezza dopo essere stato vicino a disputare la Champions League. Non sembra però un problema da Barella, che quando scende in campo non si risparmia mai dando sempre tutto. Ciò che è certo è che la telenovela non finirà a breve. E come in ogni serie che si rispetti il finale potrebbe essere quello più inaspettato.