Diritti tv, continua il braccio di ferro Lega-broadcaster

© foto www.imagephotoagency.it

Sky e DAZN vorrebbero ottenere almeno uno sconto per la sesta rata dei diritti tv, la Lega Serie A fa muro

Il calcio prova a stare in piedi ed attraversare la bufera Coronavirus senza riportare ferite letali. I motivi che hanno spinto e spingono istituzioni e parti in causa del mondo del pallone sono meramente economici. Ed una grossa fetta degli introiti al mondo del calcio arriva dai diritti tv. I broadcaster titolari, Sky e DAZN, minacciano da tempo di non pagare la sesta rata alla Lega Serie A per via del blocco ai campionati. Dall’altra parte la richiesta – che assume i connotati di un diktat – è di rispettare il contratto, anche perchè si lavora proprio per tornare in campo e quindi eseguire la controprestazione come da contratto. In questo contesto, la Lega non molla la presa e pretende il pagamento convenuto, senza sconti.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy