Connettiti con noi

News

Di Francesco: «Partita non facile. Dispiace non aver vinto»

Pubblicato

su

Le dichiarazioni di Eusebio Di Francesco, mister dei rossoblù, al termine dello scoppiettante Cagliari-Udinese

Partita scoppiettante quella disputata questo pomeriggio alla Sardegna Arena dal Cagliari di Eusebio Di Francesco e dall’Udinese di Luca Gotti. Le due squadre hanno messo in campo tutta la loro qualità, giocando 94 minuti di vero calcio. La compagine sarda, complici le tante occasioni sprecate, non è riuscita a portare a casa una vittoria che manca ormai da novembre ma grazie al ritorno di giocatori di esperienza come Diego Godin e Luca Ceppitelli è riuscita a tenere testa a una squadra, l’Udinese, ben rodata, ben collaudata che ormai è riuscita a costruire un buon gioco con la guida di Gotti. Cagliari-Udinese finisce in pareggio e Di Francesco, arrivato a inizio stagione al timone di un gruppo disorientato, con buoni giocatori ma con poca strategia, può finalmente vedere i frutti del suo lavoro che continua all’insegna della continuità e dell’equilibrio. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore del Cagliari al termine del match:

LA PARTITA – «Sono dispiaciuto per non aver vinto, ma sapevamo che la partita non sarebbe stata facile. Ci abbiamo provato nel finale, ma il risultato ci può stare. Nel finale la squadra è cresciuta sia nel palleggio che nel tenere gli avversari a distanza. Abbiamo giocato per vincere, siamo andati in vantaggio ma poi abbiamo subito un gol dove siamo stati ingenui. Dovevamo giocarla in avanti, sono piccoli particolari, ci manca un po’ di malizia.

GLI UOMINI – Nel calcio non puoi tenere sempre un rendimento altissimo. Joao Pedro? È partito bene, può determinare una partita in qualsiasi momento. Può fare le nostre fortune e quindi va fatto giocare sempre. In attacco siamo stati tutti poco brillanti. Mi ha sorpreso Godin che ha fatto tutti i novanta minuti. La difesa a tre contro questo tipo di avversari può far trovare determinati equilibri.

ROMA NEL MIRINO – «Non sarà facile recuperare le energie per la Roma, devo trovare gli elementi migliori da mandare in campo. Lo stesso vale anche per gli avversari. Più che stanchi siamo poco lucidi, oggi ad esempio siamo stati troppo lenti nel far muovere la palla».

ANCORA UN PAREGGIO – «Perché non riusciamo più a vincere? Perché non si fa un gol in più degli avversari. Recupereremo i punti lasciati per strada. Cerchiamo di giocare sempre al meglio ma c’è sempre ancora tanto su cui lavorare».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!