Di Francesco: «Pareggio giusto per quello che si è visto in campo»

di francesco cagliari
© foto 08-12-2018 Calcio, Serie A 2018/19, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari-Roma. Foto di Gianluca Zuddas. Nella foto: Di Francesco

È un pari il risultato finale della prima giornata tra Sassuolo e Cagliari. Ecco i commenti di mister Di Francesco in chiusura di gara

1-1 il risultato finale tra il Sassuolo e il Cagliari, le due squadre conquistano il primo punto dell’anno in un match caratterizzato da poche emozioni. L’allenatore dei sardi Eusebio Di Francesco ha parlato ai microfoni di Sky Sport, dopo l’esordio sulla panchina rossoblù, della partita giocata dai suoi uomini e del calciomercato che la società sta facendo. Successivamente ha commentato anche ai microfoni del suo Club la prestazione dei suoi ragazzi.

PAREGGIO GIUSTO – Una partita dal gusto speciale per il tecnico isolano, che all’esordio ufficiale sulla panchina del Cagliari ha affrontato la sua ex squadra: «Ho rivisto tanti amici, sono stati nemici solo per i 90 minuti della partita. Il pareggio è il risultato più giusto per quello che si è visto in campo, anche se dopo il vantaggio abbiamo avuto la possibilità di raddoppiare».

IL RAPPORTO CON I GIOCATORI – «Do tanto ai giocatori, e loro stanno dando tanto a me. Il gruppo è splendido e stiamo lavorando per migliorarlo ancora a livello tecnico e caratteriale. Abbiamo sofferto un po’ ma tutti hanno dato tutto, poi siamo cresciuti e abbiamo avuto alcune buone occasioni».

IL CALCIOMERCATO – «Prima preferisco ufficializzare, e parlarne dopo. Godin è abbastanza vicino, a quanto so dalla società. Nainggolan mi piacerebbe tanto, anche per far crescere i ragazzi a livello di personalità».

CONFERENZA STAMPA – Terminata la chiacchierata con Sky, Di Francesco si è poi dedicato ai microfoni ufficiali del Cagliari Calcio: «Nelle prime battute non eravamo troppo brillanti, c’è da considerare che siamo arrivati all’appuntamento con poche amichevoli nelle gambe; quando si debutta in campionato, bisogna mettere in conto anche qualche tensione. La fortuna di avere cinque cambi mi ha permesso di modificare lo schieramento». Il tecnico rossoblù ha spiegato anche che la sostituzione di Klavan è stata dettata dall’affaticamento al flessore del giocatore e che è contento dell’atteggiamento dei suoi ragazzi, sia di quelli in campo che di quelli in panchina, perché esiste un clima da vera squadra: «Il segnale più bello di oggi è stato vedere la squadra soffrire insieme e stare in partita durante le difficoltà». Si è detto anche pienamente soddisfatto del rapporto che ha con il presidente, in quanto il patron sardo stia mantenendo tutte le sue promesse.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!