Di Francesco: «Contento dei ragazzi. Voglio continuità ed equilibrio»

di francesco
© foto 12-09-2020 Cagliari-Roma, amichevole alla Sardegna Arena. Foto Gianluca Zuddas/CagliariNews24.com. Nella foto: Eusebio Di Francesco

Alla vigilia di Cagliari-Crotone, mister Di Francesco ha parlato ai media per presentare il lunch match in programma domani

Terminata la rifinitura in vista della gara tra Cagliari e Crotone in programma domani alla Sardegna Arena (ore 12:30), il mister dei sardi Eusebio Di Francesco ha presentato il lunch match ai media. Il tecnico pescarese ha risposto alle domande e curiosità dei giornalisti presenti in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

EMERGENZA COVID «Siamo preoccupati come tutti quanti. Bisogna essere un pizzico fortunati e attenti a quello che c’è fuori. Condiziona le partite ma l’attenzione è comunque altissima. Dobbiamo seguire le indicazioni degli esperti».

GODIN – «Oggi si è allenato con continuità. Domani decideremo il suo impiego. Mi ha dato risposte molto positive».

PISACANE – «Fabio si sta allenando davvero bene, con applicazione e disponibilità. Per il momento lo ritengo un centrale e non un terzino. Se deciderò di usare la difesa a tre potrei valutare. Ha una grandissima struttura e con il lavoro di questo periodo può tornare davvero utile. Mi piace molto il suo modo di aiutare i compagni».

JUNIOR MESSIAS – «È un giocatore molto interessante e mi ha fatto un’ottima impressione. Per le sue movenze mi ricorda Defrel quando arrivò al Sassuolo».

LA SQUADRA – «Ci vuole ancora tempo per capire a che punto è la squadra. Vedo una grande crescita da parte dei ragazzi, voglia di stare dentro a quello che chiedo con grande applicazione e attenzione. Dobbiamo migliorare in equilibrio e continuità. Le grandi prestazioni nascono anche da un’ottima fase difensiva, ci stiamo lavorando e sono contento. Per migliorare es essere più competitivi dobbiamo abbassare il livello di gol presi».

LA VITTORIA A TORINO – «L’autostima e i risultati aiutano sicuramente. Nel nostro mondo i risultati sono importanti e passano attraverso il lavoro».

I MEDIANI – «I mediani sono fondamentali per poter dare equilibrio alla squadra e per lavorare insieme. Devono sostenersi in azione e spingere la squadra in avanti. Marin e Rog stanno crescendo, stanno migliorando la loro intesa ma possono fare di più».

FORMAZIONE – «Non voglio discostarmi tantissimo dalla formazione che ha vinto a Torino. Voglio dare continuità alla squadra».

DI FRA ZEMANIANO – «A me non piace prendere così tanti gol, in questo dobbiamo migliorare. La squadra deve imparare a difendere bene per poi andare a fare gol. Noi allenatori abbiamo una cattiva abitudine: per i gol presi diamo sempre la responsabilità a qualcuno mentre invece andrebbe tutto analizzato in maniera obiettiva».

I GOL SUBITI – «I primi minuti sono i più pericolosi. I dati sono importanti perchè se sono continui allora è necessario alzare il livello di attenzione. Dobbiamo essere bravi ad approcciarci meglio alla gara sia al primo che al secondo tempo».

POSSESSO PALLA – «Abbiamo affrontato squadre con maggiori qualità nel possesso e maggiore conoscenza tra di loro. Questo ha portato a dei numeri a favore degli altri. Vorrei che arrivassimo ad andare in profondità, preparandola di più con maggiore gestione della palla. Per fare questo contano tanto le caratteristiche dei giocatori. A livello di palleggio possiamo migliorare ma abbiamo maggiori qualità in verticale, riuscendo a ribaltare le azioni».

COME MIGLIORARE GLI ERRORI – «Si deve provare a migliorare nel complesso, sia individualmente che a livello di squadra. Noi ci stiamo lavorando. Quello che mi interessa è lavorare di squadra».

ALLARGAMENTO DELLE ROSE – «Valuteremo. In generale sono contento dei ragazzi. È presto per fare altri discorsi».

PUNTI DI FORZA E DEBOLI DEL CROTONE – «Il Crotone sa benissimo quello che deve fare. Ha un ottimo allenatore, li vuole aggressivi. Ci provano, è una squadra coraggiosa e questo può portare a dei livelli uno contro uno che noi dobbiamo affrontare al meglio nella metà campo avversaria. Non sarà una partita facile. Stiamo parlando della squadra che ha messo in difficoltà la Juventus, non una squadra qualsiasi».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!