Cossu, titolare in Serie A più di mille giorni dopo

cossu
© foto www.imagephotoagency.it

Più di mille giorni dopo l’ultima volta, Andrea Cossu è tornato a giocare titolare in Serie A, venerdì nella gara persa dal Cagliari con la Fiorentina

Milleventuno giorni. Erano passati quasi tre anni dall’ultima volta di Andrea Cossu in Serie A da titolare. Causa squalifica di Luca Cigarini, Diego Lopez ha provato a schierare come regista contro la Fiorentina il fantasista cagliaritano, ma la soluzione tattica non è andata come avrebbe sperato. Già a metà primo tempo il tecnico ha messo Barella in regia, spostando il numero 7 più avanti, per poi sostituirlo all’intervallo con Farias.

L’ULTIMA VOLTA – Andrea Cossu non giocava titolare in Serie A da oltre due anni. L’ultima volta fu a Genova contro la Sampdoria, il 7 marzo del 2015, in un match vinto 2-0 dai blucerchiati e che costò l’esonero a Gianfranco Zola. Dopo quella gara giocò una ventina di minuti contro Milan, Napoli e Chievo, facendosi espellere proprio al Bentegodi e mettendo apparentemente fine alla sua storia con la maglia del Cagliari. In estate infatti la società decise di non rinnovargli il contratto. Firmò con l’Olbia in Serie D, contribuendo alla promozione in Lega Pro e alla salvezza dell’anno successivo. Poi nello scorso maggio – al termine di un’amichevole giocata proprio tra il Cagliari e l’Olbia – l’annuncio del presidente Giulini«Cossu chiuderà la carriera con la maglia del Cagliari».

IL RITORNO – La storia d’amore non si conclude così con un’espulsione a Verona e un’amara retrocessione, ma con delle pagine ancora da scrivere. A 37 anni non è chiaramente il giocatore di una volta, capace di regalare assist a ripetizione ai compagni e di meritarsi la convocazione in Nazionale. Finora ha giocato 78′ in 4 gare di campionato. Prima di venerdì, Rastelli e Lopez l’avevano lanciato a partita in corso contro Milan, Chievo e Inter. E se anche contro la Fiorentina non è andata nel migliore di modi, Cossu può togliersi ancora qualche soddisfazione. In Serie A è in buona compagnia. Attualmente è il sesto giocatore più anziano ad essere stato utilizzato. Più vecchi di lui solo i portieri Bizzarri, Buffon e Sorrentino e i due clivensi Pellissier e Dainelli.

Articolo precedente
Cagliari, adesso la classifica fa paura
Prossimo articolo
van der wiel cagliariCagliari, la convivenza tra Faragò e van der Wiel