Connettiti con noi

Ex Rossoblù

Conti: «Barella ama Cagliari e il Cagliari: ha sempre indossato la maglia con onore»

Pubblicato

su

L’intervista al coordinatore tecnico della Primavera del club rossoblù riguardo al centrocampista dell’Inter

Le parole dell’ex capitano del Cagliari Daniele Conti, rilasciate ai microfoni di SportWeek. L’argomento è Nicolò Barella.

IL BARELLA DEL PASSATO – «Sin dai primi allenamenti coi “grandi”, di lui mi ha colpito la grande professionalità. Aveva appena 16-17 anni, ma notai subito delle qualità non comuni in un giovane di quella età. Sbagliava una giocata? Aveva una voglia incredibile di riconquistare immediatamente il pallone per ripeterla senza paura. Altra qualità: ascoltava ogni consiglio che gli veniva dato, anche fuori dal campo».

UMILTA’ – «Un giorno arriva all’allenamento in canottiera. Un abbigliamento poco consono, specie per un giovane. “Nico, non ti puoi presentare così qui, è anche un discorso di educazione e rispetto nei confronti di tutti”, gli dissi. “Resta umile. Metti una maglia normale, quando e se un giorno dimostrerai qualcosa, potrai anche permetterti di arrivare all’allenamento in canottiera”. Dal giorno dopo fece molta più attenzione anche a questi aspetti. Adesso per me potrebbe presentarsi al campo anche in mutande!».

FOTO NEI PARASTINCHI – «Nel settore giovanile Nicolò giocava con la mia foto sui parastinchi. Il giorno della partita del mio addio al calcio venne da me e mi disse “Dani, questi sono per te”. È un regalo che custodisco gelosamente».

AMORE PER IL CAGLIARI – «Posso assicurare che Nicolò ama Cagliari e il Cagliari», ricomincia Conti. «Quando un calciatore decide di prendere un’altra strada, non può essere giudicato in maniera negativa. Poi, certo, se vedo baciare la maglia a un calciatore che cambia squadra ogni anno, allora sì che mi dà fastidio. Ma questo non è proprio il caso di Nicolò: lui è cresciuto nel Cagliari, ogni volta che ha indossato questa maglia lo ha sempre fatto con onore, mettendo in campo tutto quello che aveva dentro. L’ha amata e l’amerà per sempre».

LEADER NATO – «Nicolò negli anni è migliorato in tutto, partendo già da solide e importanti basi. Maturata una certa esperienza, è diventato meno istintivo sia in fase di non possesso che di possesso: oggi è un calciatore completo per intelligenza, qualità tecnica e intensità», ribadisce Conti.

Advertisement