Connettiti con noi

Hanno Detto

Conte: «Quante critiche l’anno scorso. Eravamo tutte pippe… e ora?»

Pubblicato

su

Antonio Conte continua a parlare del suo percorso all’Inter buttando un occhio alla stagione precedente e alle critiche mosse verso di lui

Antonio Conte non sta più nella pelle. Crede nella sua Inter, crede nei suoi giocatori e crede in una gloria sempre più vicina. Dopo l’ennesima vittoria, ottenuta oggi a San Siro con il Cagliari, il tecnico nerazzurro è intervenuto ai microfoni di SkySport, commentando le critiche che venivano mosse riguardo la conduzione della sua compagine.

SCUDETTO – «Ogni partita inizia a valere il doppio dei punti. La metà è sempre più vicina ma il traguardo non è stato ancora tagliato. Dobbiamo continuare così, con questa mentalità, con questo carattere. Oggi abbiamo affrontato un avversario difficile ma alla fine siamo riusciti a battere quella difesa che sembrava indistruttibile. Sono felice dei miei giocatori, ormai non concediamo quasi niente».

PIÙ CONSIDERAZIONE – «Io sono davvero contento di tutti quanti  ma dobbiamo ricordare una cosa: per dieci anni non c’è stata storia in Italia, l’Inter in un anno e mezzo è riuscito a imporsi e a cambiare i valori. Per questo penso che i giocatori meriterebbero molta più considerazione. Si parla sempre e troppo di Europa senza vedere ciò che stiamo facendo in Italia».

CRITICHE – «A me piace vincere, lo sapete. Voglio tagliare quel traguardo. Le critiche mosse l’anno scorso hanno fatto scattare in tutti noi la voglia di riscattarci, di far vedere chi siamo. Secondo molti l’allenatore doveva essere cambiato e i giocatori erano delle pippe, e ora? Stiamo dimostrando il nostro valore».

Advertisement