Connettiti con noi

News

Conferenza stampa Semplici: «Rugani e Simeone hanno recuperato e saranno convocati»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Semplici: appuntamento alla vigilia di Sampdoria Cagliari. Le dichiarazioni del tecnico rossoblù verso il match

Due vittorie di fila e nessuna intenzione di fermarsi. Il Cagliari tornerà in campo domani pomeriggio contro la Sampdoria con un unico obiettivo: continuare la rincorsa verso la salvezza.

Leonardo Semplici ha parlato in conferenza stampa nel sabato di vigilia alle ore 13.30. Cagliarinews24.com ha seguito in diretta e trascritto le dichiarazioni del tecnico rossoblù.

CLICCA QUI PER GUARDARE LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DI SEMPLICI

RUGANI SIMEONE E SOTTIL – «Sia Rugani che Simeone hanno recuperato quindi saranno convocati. Sottil dovrò attendere il suo rientro tra 10 giorni, valuteremo insieme allo staff medico»

RIFIATARE UNO TRA DUNCAN E NAINGGOLAN – «Le tre partite in una settimana sono tante, stiamo valutando quanto hanno recuperato i ragazzi e se fare qualche cambio»

SAMPDORIA – «Loro sono una squadra di valore che lavora con lo stesso allenatore da un anno e mezzo. Hanno buone qualità individuali e un buon collettivo, dobbiamo dare continuità a queste due prestazioni. I sei punti ci devono far credere di più nelle nostre qualità e mettere in pratica quello che io dico dal mio arrivo. Sarà una partita difficilissima contro una squadra di grande livello»

SEI PUNTI FATTI – «Ci hanno dato uno slancio diverso da quello che avevano avuto i ragazzi in precedenza. Era importante l’impatto mio con la squadra ma ora viene il difficile: bisogna confermarsi e crescere mettendo in atto le cose che chiedo alla squadra ma soprattutto far crescere il gruppo sotto l’aspetto tattico e tecnico. Voglio che abbiano quel desiderio di spensieratezza e rivalsa che erano scomparsi. Non so cosa c’era prima, ho trovato una squadra in difficoltà anche sotto l’aspetto morale. Ho provato a portare il mio entusiasmo e voglia, come ho sempre fatto. Ho cercato di far capire loro che l’importanza di rappresentare un popolo, una regione e una città come Cagliari. Dovevano tirare fuori quelle qualità che non erano riuscite ad esprimere. Ci sono state una serie di concause e situazioni, ho cercato di alleggerire certe problematiche dandogli fiducia. Siamo fiduciosi ma la strada è molto lunga»

FORMAZIONE – «La formazione vedremo domattina parlando con lo staff medico e i preparatori per valutare le condizioni. Farò un paio di cambi ma voglio dare continuità a questa formazione: sono molto importanti i cambi che effettuerò durante la gara e questo deve diventare la nostra forza e il nostro valore aggiunto. Sto cercando di valorizzare tutte le caratteristiche dei ragazzi»

PALLE ALTE – «Sul discorso palle alte, la Sampdoria è una squadra fisica, noi cercheremo di avere una circolazione palla ancora migliore rispetto al Bologna»

EQUILIBRIO – «Del passato non mi interessa, sono venuto a Cagliari con grande entusiasmo e determinazione per cercare di salvarci. La squadra credo abbia trovato alcuni equilibri. In questo momento ho cercato di dare 2-3 situazioni di lettura della partita, ora ho provato a inserire qualche situazione nello sviluppo di gioco per avere qualche miglioramento».

NANDEZ – «Ha caratteristiche che un allenatore vorrebbe sempre avere. Ha un carattere eccezionale, secondo me lo sto impiegando in un ruolo dove lui può far esplodere le sue caratteristiche di corsa e tecnica. È quel giocatore che mi dà equilibrio e spensieratezza in certi tipi di giocate. Questi ragazzi mi hanno dimostrato una grande forza morale, spero di aver riacceso una fiammella soprattutto sotto l’aspetto morale, mi auguro di riuscire a tenerla accesa fino alla fine».

SAMP COME MODELLO – «Penso sia da prendere come esempio, anche lui è entrato in un momento difficile della Samp. Ha grande esperienza e carriera, in breve tempo ha invertito la rotta e si è salvato. Cercheremo di emularli sotto certi aspetti»

GIOCATORE GIOVANE O ESPERTO«Ho messo in campo giocatori più esperti perchè abbiamo avuto delle partite come a Crotone dove serviva esperienza e positività. Dopo una partenza difficile siamo venuti fuori. Io ritengo questa squadra composta da 20-22 titolari»

SIMEONE – «Sono soddisfatto della prestazione, sull’aspetto offensivo abbiamo lavorato poco. Sta alla squadra cercare di mettere i due attaccanti di esprimere le proprie qualità, anche lui deve capire certe situazioni che io richiedo ma ci stiamo lavorando. Piano piano si riuscirà ad avere una pericolosità migliore vista in queste prime gare».

LYKOGIANNIS – «I giocatori stanno tutti bene, sono tutti recuperati quindi sta a me scegliere l’11 titolare. È un giocatore importante che rientra, valuteremo da qui a domani il suo possibile impiego. Sia Zappa che Nandez hanno fatto discretamente con il Bologna quindi ho delle alternative valide».