Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Mazzarri: «Avremmo meritato almeno due punti in più, gli arbitri applichino il regolamento senza guardare la classifica»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Mazzarri: le dichiarazioni alla vigilia del match contro l’Atalanta valido per la dodicesima di Serie A

Walter Mazzarri parla in conferenza stampa alla vigilia della sfida con l’Atalanta all’Unipol Domus. CagliariNews24 seguirà in diretta la conferenza del tecnico rossoblù.


SITUAZIONE – «Da quando sono arrivato ci mancano giocatori importanti, è una costante ma non diventa un alibi. Giocatori come keita, caceres e dalbert sono importanti ma ho già detto troppo. Il mister non deve mai rimpiangere chi manca, io devo solo far capire ai ragazzi che i ragazzi giovani sono validi e devo contare su di loro, devo fare il massimo per rendere difficile la vita all’Atalanta»

GARE PRECEDENTI – «In questi casi dove non facciamo punti, ho cercato di far capire di non fossilizzarci sulle sconfitte perchè siamo arrabbiati ma voglio che si concentrino sulla prestazione per arrivare al risultato. Veniamo da 3 sconfitte ma vanno lette in modo diverso, sono arrabbiato per le pieghe delle gare. Con la Fiorentina abbiamo sbagliato partita, non ci aspettavamo il rigore e ci siamo sgonfiati. Contro la Roma, aldilà dell’episodio del Var, è stata migliore la prestazione e non meritavamo di perdere creando più di loro ci meritavamo almeno un punto. Noi paghiamo tutto, abbiamo migliorato la fase difensiva ma con le leggerezze si prende gol ma abbiamo sempre creato presupposti per pareggiare. Ci sono errori miei, mi metto in discussione, poi ci sono errori di giocatori e arbitri che incidono sui risultati: il Var ci ha fatto andare in svantaggio a Firenze, contro la Roma non ci ha dato un rigore su Pavoletti che l’arbitro non ha visto e andava chiamato il Var, poteva portarci un punto. Con un punto non saremmo stati ultimi, anche a Bologna due episodi da Var, a quanto mi hanno detto Godin e Joao c’erano due rigori e nessuno è andato a vederli, questo mi fa arrabbiare. Sbagliamo noi e non dobbiamo più commettere errori, però se mi fermo solo ai risultati devo dire queste cose, contro Roma e Bologna avremmo meritato il pareggio e non dobbiamo scordarlo. Ho tirato su di morale i ragazzi facendoli vedere le cose negative e dove migliorare in varie occasioni, abbiamo lavorato sulla squadra ma voglio rispetto da altri punti di vista. Gli arbitri devono applicare il regolamento senza considerare la classifica, se ci sono episodi devono essere valutati»

RABBIA – «Non sono andato in sala stampa perchè ero arrabbiato e non volevo andare a caldo»

MIGLIORAMENTI – «Noi abbiamo fatto la fase difensiva in modo attento, il Bologna veniva da 3 gol alla Lazio. Abbiamo commesso una cavolata e abbiamo preso gol, loro hanno fatto poco, se noi avessimo concluso bene le ripartenze o l’occasione di Zappa clamorosa, avremmo dato una sensazione diverso alla partita. Preso un gol balordo, ho fatto cambi forti e sbilanciati per far capire che andava cambiata marcia infatti abbiamo schiacciato il Bologna. Sul tiro di Lykogiannis il portiere ha fatto un miracolo. Vorrei un palleggio più veloce, tenere più palla e tante cose da migliorare. Molti vengono recuparati senza allenamento, in tanti ruoli c’è emergenza e va fatta di necessità virtù, alcuni sanno che possono dare di più soprattutto gli esperti. Magari Strootman è più utile con un compito diverso, che possa agevolare la sua non perfetta forma atletica a causa degli stop che ha avuto. L’Atalanta è una delle più forti d’Europa»

CENTROCAMPO – «Spero che Nandez stia bene, oggi vedremo. se andate a vedere i dati delle mie squadre mi piace il gioco aggressivo per recuperare palla il prima possibile, per fare questo serve condizione atletica ottimale, come tipologia di calcio non mi piace aspettare ma mi piacerebbe fare almeno venti minuti di aggressione per creare occasioni. Non lo faccio a causa di una serie di situazioni che si sono create, a prescindere dagli assenti, anche chi recupero gioca senza allenamento e non sarà in grado di tenere ritmi forsennati. Con il campionato spezzatino è difficile provare e recuperare bene. Sono arrabbiato perchè tutte queste sono messe insieme due punti in più ci servivano a causa di errori di altri ma anche nostri. I giocatori e io ci assumiamo le responsabilità ma lo deve fare anche l’altra componente»

BILANCIO NEGATIVO – «Sono anni che non mi succede, i numeri sono inconfutabili. Sono venuto in una situazione difficile e speravo che non ci fossero tutti questi infortuni, sono arrabbiato perchè sono abituato a fare risultati attraverso la prestazione. Dispiace perdere punti come contro il Venezia, nelle ultime due gare avremmo meritato altri due punti e saremmo a +4 punti in classifica. La nostra situazione sarebbe diversa anche con 2 punti in più, ma dobbiamo continuare a lavorare sulla prestazione e recuperare giocatori importanti che ci danno un’identità più delineata»

DISPIACERE – «Quando arrivai in corsa al Napoli lavorai con quasi tutto il gruppo, se vai a guardare i dati oggettivi ovvero quanti ragazzi ho avuto durante la sosta che sono rimasti. Oltretutto quando sono rientrati i nazionali, vediamo se rimarrà Keita per la prossima sosta, ma tutti gli altri? Il campionato è strutturato in modo particolare, non ho mai potuto lavorare con tutto il gruppo da domenica a domenica, tanti giocatori infortunati hanno visto gli allenamenti. Non cerco alibi, quando Sarri dice una squadra nuova ha in mano, dall’estate, si lamenta perchè servono automatismi da provare ma se non provi mai devi adattarti attraverso l’esperienza fatta in carriera. Ci sono pochi che giocano 90′ di seguito, non sono scuse sono dati oggettivi»

GIOVANI – «Per sostituire alcuni in emergenza continua non guardo senatori o meno, metto dentro chi è in forma, posso lasciare fuori un senatore per un giovane che lavora a mille e i da garanzie. Devo vedere l’allenamento di oggi, magari mi mancherà un altro giocatore e mi devo inventare nuove cose, è una difficoltà oggettiva non sono assolutamente scuse. Fino ad ora è successo questo, domani cercheremo di assaltare l’Atalanta con tutte le forze che abbiamo, dobbiamo cercare di fare la partita migliore spero con l’aiuto del pubblico che ci ha caricato contro la Roma e si è sentito un bel calore, voglio vedere questo domani»