Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Mazzarri: «Dobbiamo lottare anche domani fino alla fine. Strootman? Si è allenato bene»

Pubblicato

su

Il tecnico del Cagliari Walter Mazzarri espone così in conferenza stampa la gara di domani contro la Salernitana

L’allenatore del Cagliari Walter Mazzarri espone in conferenza stampa la partita di domani, alla Unipol Domus ore 20:45, contro la Salernitana. CagliariNews24 segue in diretta LIVE le parole del tecnico rossoblù.


FORMAZIONE – «La formazione la vedrete domani, è bene non dare vantaggi. Dalbert oggi prova, e domattina vedremo. Ho provato i doppi ruoli e deciderò»

SASSUOLO – «Mi è piaciuto il fatto che abbiamo lottato fino alla fine per vincere, le mie squadre hanno sempre dato l’anima e l’abbiamo fatto per la prima volta finora. Abbiamo avuto 2/3 occasioni nel finale, non ci siamo accontentati e meritavamo di vincere:la stessa cosa vorrei vederla domani, aggressivi, se succede qualcosa palla a centrocampo e si riparte. afae gol. Dobbiamo essere piu attenti nella nostra meta campo, abbiamo lavorato su alcuni errori commessi, voglio vedere una squadra concnetrata»

GIOVANI – «Non guardo mai la carta d’identità, ma come si allenano e chi è piu in forma. Ho a disposizione giovani e meno giovani. Grassi non giocava, da quando l’ho visto allenandosi bene e avendo una condizione ottimale l’ho mandato in campo. Oggi non si prescinde da una condizione atletica importante, i ritmi sono altissimi, le neopromosse vanno a mille e dobbiamo andare quanto loro anche se siamo superiori tecnicamente»

SALERNITANA – «Ci concentriamo sulle ultime partite, ho visto da quando ce Colantuono. Contro la Samp non avrebbero perso se avessero sfruttato le occasioni. Una squdra carica, l’allenatore è sanguigno, ho sentito le dichiarazioni dei giocatori e sarà una gara difficile. Se facciamo il nostro abbiamo buone possibilità, altrimenti dovremmo soffrire. Non dobiamo sottovalutare niente»

ATTACCANTI E PUNTI – «Pavoletti oggi prova, non si è mai allenato e vedremo se recupera. I punti? non faccio tabelle, dobbimo farne il piu posibile, possiamo fare punti con chi non ti aspetti. Domani una finale importantissima, poi dopo 3 giorni andiamo a Verona. Ho recuperato qualche giocatore e altri sono entrati in condizione. Non faccio programmi»

MENTALITÀ – «la squadra deve incarnere i principi, prepariamo la gara nelle due fasi, in campo si pensa per 95′ a fare il massimo senza pensare al punteggio. All’intervallo si decide se cambiare atteggiamento, se dovessimo vincere 2-0 dobbiamo cercare il 3-0. Se la squadra sta bene deve andare avanti cosi senza porsi limiti o avere paura»

STROOTMAN«Si è allenato bene, sono stati giorni intensi. Contro il Sassuolo siamo cresciuti con i cambi, Deiola ha pressato anche il portiere. Avevo cambi freschi che fanno la differenza nel finale, sono felice per Keita e Dalbert, Strootman cresce di condizione piano piano. Più giocatori abbiamo a disposizione meglio è, bisogna essere al top e mettere dentro al secondo tempo giocatori importanti è fondamentale per tenere alto il ritmo»

MERCATO – «Sul mercato non parlo, non è ancora aperto e dobbiamo pensare ai nostri. A gennaio vedremo a tempo debito, abbiamo fiducia nei nostri giocatori. I giocatori candidati ad andar via? devono andare in campo nel migliore dei modi, non devono perdersi per le voci che gli accostano ad altre squadre»

RECUPERI – «Contro la Roma grande gara anche se mancavano sei giocatori, con i ritmi si cala èil calcio moderno, difficile che 11 giocatori resistano 90′: se non ho cambi nei seocodni tempi si cala, dobbiamo giocarli meglio del primo per sostenere i ritmi»

ESTERNI – «Io guardo il campo, Bellanova se tiene la testa sulle spalle può avere una grande carriera. L’importante è che non si monti la testa, ora arriva il bello. Lui e Nandez devono darci una grande mano»

ATTACCO – «Joao e Keita sono importanti: il capitano è un leader in campo con i fatti, Keita è generoso ma purtroppo è stato fermo un po. Da Keita pretendo un po di piu, lui è giovane e nella condizione migliore ci darà ancora di piu, domani voglio vedere dei progressi. Con 10 giorni di stop fai fatica a riprendere i ritmi»

PRIMAVERA – «Non vedo l’ora, ho visto alcuni ragazzi quasi pronti per la prima squadra. Nella mia carriera ho lanciato tanti giovani, ma vanno messi quando andiamo a mille altrimenti lo bruci. Contro il Sassuolo ho messo tantissimi giovani, siamo tra le piu giovani della Serie A. Se vedo ragazzi bravi e pronti non mi creo problemi, certo con tanti giovani pecchi di esperienza ma sono felice di avere un settore giovanile attrezzato e al momento giusto mi farà piacere far esordire i giovanissimi»

Advertisement

Facebook

Advertisement