Connettiti con noi

News

Conferenza stampa Mazzarri: «Domani blocco unico con i tifosi per arrivare alla vittoria» – VIDEO

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il tecnico del Cagliari Walter Mazzarri presenta in conferenza stampa la gara di domani dell’Unipol Domus contro il Torino

L’allenatore del Cagliari Walter Mazzarri presenta in conferenza stampa la partita di domani all’Unipol Domus alle 20:45, contro il Torino. CagliariNews24 segue in diretta LIVE le parole del tecnico rossoblù.


INFERMERIA – Strootman non si è allenato per un affaticamento muscolare alla coscia sinistra; Ladinetti personalizzato; Rog e Walukiewicz continuano il loro percorso.

SFIDA TRA PRESENTE E PASSATO – «Sono molto attento a ciò che succede nella mia squadra. Del Torino voglio ricordarmi le cose belle. È stata un’esperienza importante per me. Ora sono qui a Cagliari e voglio aiutare a uscire da questa situazione».

BREMER – «È un ragazzo che ho fatto crescere io, ora è diventato un top. So che è un giocatore molto bravo»

COME DARE FASTIDIO – «Noi dobbiamo pensare a fare il nostro calcio, a impedire loro di giocare come vorrebbero, a creare palle gol. Speriamo di essere più fortunati stavolta. Credo che in questo momento, per quanto abbiamo espresso avremo potuto avere di più».

SQUADRA COESA – «I giocatori sono stati bravi, loro hanno anticipato la decisione del ritiro anticipato. Ho colto questa decisione con soddisfazione. Mi fa ben sperare riguardo domani. Li voglio concentrati e vogliosi di prevalere su una squadra forte come il Torino. Dobbiamo tentarle tutte, stando attenti ai dettagli».

PEREIRO – «Non è facile in una situazione simile sperimentare qualcosa di diverso. Sono stati inseriti giocatori diversi dopo la partita con la Roma, mi dispiace avergli dato poche possibilità. Oggi l’ho visto molto bene in allenamento, lo tengo molto in considerazione».

COSA MANCA PER ESSERE UNA SQUADRA DI MAZZARRI? – «Qualcosa si è visto, i ragazzi hanno recepito alcuni meccanismi di gioco sia in fase difensiva che offensiva. Noi, per come la vedo io, dobbiamo ancora migliorare in alcune situazioni in fase difensiva. A Verona, ad esempio, abbiamo concesso delle palle gol che potevano essere evitate. Dobbiamo migliorare nella solidità difensiva, nel non concedere troppo. Vorrei un altro clean sheet».

ATTACCO – «Il gol lo abbiamo quasi sempre fatto, ne abbiamo presi un po’ troppi. Deve esserci un equilibrio. A Verona abbiamo creato qualcosa, c’erano dei presupposti, ci è mancata la zampata vincente. A Sassuolo ne abbiamo fatto due. Ci serve un pizzico di fortuna: concedere meno ed essere più solidi».

LINEA DIFENSIVA A 3 O A 4? – «Juric non ha bisogno di sapere le cose prima della partita. Al di là del tre o del quattro, tanti giocatori hanno in teoria una condizione di alto livello. È cambiato il meccanismo».

3-4-2-1? – «Guardate le posizioni di Keita e Nandez: eravamo già un pochino in quel modulo. Nandez è facilmente adattabile, l’ho fatto con l’Atalanta. Ci sarà la possibilità di rivederlo».

CHE PARTITA SARÀ- Non ci possiamo permettere di non fare finali in questo momento. Spero nella vittoria, domani. Con i tifosi dobbiamo essere un blocco unico».

RECORD GRANATA – «I 63 punti sono il record granata. Il girone di ritorno è stato trionfale. Quest’anno a parlare di cose simili, si dovrebbe essere un po’ troppo ottimisti. Ora tiriamoci fuori da questa situazione, il Cagliari, facendo le cose bene tutti insieme, può andare molto lontano».

DALBERT MEZZALA – «Quando sta bene potrebbe farlo diventare seriamente il suo ruolo. Purtroppo, nel suo momento migliore, l’abbiamo perso. Lui può giocare anche come esterno, è importante per noi».

Advertisement

Facebook

Advertisement