Cagliari, Capozucca: «A Napoli per fare la partita. Rastelli è sereno»

capozucca
© foto www.cagliarinews24.com

Il ds del Cagliari Stefano Capozucca fa il punto sul momento dei rossoblù: dal prossimo impegno di Napoli al discorso Cragno, passando per la situazione di Rastelli

Messe da parte le rispettive vittorie per 1-0 contro Inter e Pescara, Napoli e Cagliari hanno immediatamente spostato il mirino sulla sfida del San Paolo, anticipo in programma sabato alle 18. La squadra partenopea ha sfruttato il passo falso della Roma ed ha accorciato le distanze dal secondo posto, i sardi hanno chiuso definitivamente il discorso salvezza ma, secondo il direttore sportivo Capozucca, non sarà un match privo di motivazioni: «Il Napoli sta vivendo un momento brillante, si è avvicinato molto alla Roma e sappiamo quanto sia importante evitare il preliminare. Noi abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e siamo soddisfatti di quanto fatto quest’anno, ci presenteremo al San Paolo non come comparsa ma per fare la partita», ha spiegato a Radio Crc.

RASTELLI – «Rastelli? E’ serenissimo, ha vinto subito il campionato in B per la prima volta nella storia del Cagliari, quest’anno volevamo i quaranta punti e l’obiettivo è stato raggiunto. Abbiamo appena finito di pranzare insieme, siamo molto sereni e vogliamo migliorare ulteriormente la classifica. Prandelli? E’ normale che ci siano voci di mercato in questo momento, ma sono infondate perchè puntiamo su lui». L’argomento si è spostato poi sul calciomercato. In casa azzurra, non è un mistero, c’è tanta stima nei confronti di Alessio Cragno: «Ho un ottimo rapporto con Giuntoli (ds dei partenopei, ndr), parliamo spesso di giocatori e anche di Cragno, in prospettiva può anche interessare, ma è un patrimonio del Cagliari e lo vogliamo fare tornare l’anno prossimo per giocare in Serie A».