Canzi: «Complimenti ai ragazzi, non mollano mai»

canzi cagliari primavera 1
© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Dopo il pari casalingo contro il Napoli, Canzi ha commentato la partita giocata dai suoi ragazzi: «La squadra sta dimostrando di avere fame»

Un match non semplice quello giocato dalla Primavera di Max Canzi ieri ad Asseminello. La sfida contro il Napoli è terminata 1-1 e il gol dei sardi porta la firma di Federico Marigosu. Al.termine della gara, il mister dei rossoblù ha commentato ai microfoni del sito ufficiale del Cagliari Calcio la partita giocata dai suoi ragazzi: «Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile dal punto di vista dell’impatto fisico, le scelte di oggi sono state dettate anche da questo. A ridosso del fischio d’inizio abbiamo perso Lella per infortunio, ma Kanyamuna si è fatto trovare pronto dimostrando di crescere giorno per giorno. Ho fatto i miei complimenti ai ragazzi perché non mollano mai nulla, nonostante siamo alla fine della stagione e ci sia comprensibile stanchezza. Inoltre voglio ricordare che anche oggi avevamo diverse defezioni o ragazzi in debito di condizione, a rafforzare l’unità di intenti di questo gruppo».

CAGLIARI PIÙ PRESENTE NEL PRIMO TEMPO – Durante la sua intervista, Canzi ha analizzato l’incontro mettendo in luce com i rossoblù si siano fatti più presenti durante i primi quarantacinque minuti di gioco: «Potevamo sicuramente chiudere in vantaggio prima dell’intervallo, abbiamo fatto di più e occupato la metà campo avversaria per buona parte della frazione. È vero che hanno avuto una grossa occasione allo scadere del primo tempo e colpito due pali nella seconda parte, ma io credo che il risultato sia giusto per quello che si è visto. Ho cambiato sistema di gioco con la prima sostituzione, ci siamo messi con la difesa a tre e le cose sono andate bene, non a caso fino all’ultimo eravamo in partita e ci sono state le opportunità per vincerla».

IL RITORNO DI GAGLIANO – Nel finale dell’incontro è tornato in campo anche Luca Gagliano, assente da diverso tempo per infortunio. Il tecnico degli isolani non nega la sua soddisfazione nell’aver ritrovato uno dei suoi guerrieri che, nonostante fosse lontano dal terreno di gioco per un lungo periodo e non abbia allenato con il gruppo per mesi, ha battagliato fin da subito creando scompiglio nella difesa del Napoli e dando una grossa mano d’aiuto alla squadra.

DISCORSO PLAYOFF – Non si poteva non fare accenno al discorso playoff che ormai sembra tanto vicino per i rossoblù: «Adesso aspettiamo la gara del Chievo contro l’Empoli, siamo in lizza per un grandissimo risultato in un campionato di alto livello. Stiamo facendo qualcosa di grande e non vogliamo lasciare nulla di intentato. La squadra sta dimostrando di avere fame».