Calciomercato Cagliari, da Salamon a Melchiorri: la situazione dei prestiti

melchiorri carpi
© foto www.imagephotoagency.it

Terminata la stagione, entra nel vivo il lavoro del ds Marcello Carli: dalla decisione sul tecnico al calciomercato. Tanti gli elementi reduci dai prestiti annuali: la situazione

Il suo contributo, seppur parziale, è stato decisivo. L’irruzione di Marcello Carli nel Cagliari ha dato la scossa che alla fine ha portato alla salvezza. Ora l’ex ds dell’Empoli dovrà applicare le sue competenze per fondare il Cagliari edizione 2018/19. Tanti i punti interrogativi, considerata la stagione storta ma finita con la salvezza. Su tutti i punti di domanda a cui Carli si dovrà dedicare nelle prossime settimane, svetta la questione tecnico. Una scelta che sarà presa con la giusta calma dopo tante valutazioni, come ammesso oggi da Giulini. E poi il calciomercato. Tanti dubbi, come normale che sia in questo periodo della stagione.

A proposito di calciomercato, Carli dovrà anche valutare le annate dei rossoblù lontano dall’isola. Da Salamon a Capello, passando per Krajnc, Capuano, Colombatto, Pajac e Melchiorri. Per alcuni di loro il futuro è nelle mani delle attuali squadre: per Salamon tocca alla SPAL decidere se esercitare il diritto di riscatto o meno, mentre sui prestiti di Capuano (Crotone) e Krajnc (Frosinone) vige l’obbligo di riscatto condizionato. Obbligo caduto dopo la retrocessione in Serie B degli squali (che però potrebbero decidere di cercare nuovamente i rossoblù per il difensore abruzzese), mentre il futuro del difensore sloveno è legato ai play-off di Serie B: nel caso di promozione in A i canarini dovrebbero obbligatoriamente riscattare il suo cartellino. Lo scorso anno, di questi tempi, si presentò la stessa situazione: nonostante la mancata promozione  (prima lo scivolone in campionato, poi l’eliminazione dagli spareggi), Krajnc tornò a Cagliari salvo poi riprendere l’aereo per la Ciociaria.

Oltre ai tre difensori, appare in divenire la situazione di Colombatto, Pajac e Capello. Il regista classe ’97 e l’esterno croato hanno disputato una buona stagione al Perugia (accompagnati, fino a gennaio, da Han). Per il primo il Grifo ha il diritto di riscatto (con eventuale diritto di contro riscatto del Cagliari) mentre per Pajac, alla sua prima probante esperienza italiana, a fine stagione scadrà il prestito secco. Valutazioni che verranno fatte dopo i play-off. Infine, restano da sciogliere i noi Melchiorri e Capello. L’attaccante marchigiano a gennaio ha raggiunto il Carpi in Serie B con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato ad una cifra intorno ai 1,3 milioni di euro. Probabile che il Carpi riesca a fare uno sforzo per appropriarsi del cartellino di un attaccante che in Serie B è quasi un lusso. Per quanto riguarda Capello, i suoi 13 gol stagionali hanno contribuito alla promozione in Serie B del Padova, che potrebbe fare un pensierino sul cartellino del classe ’95, attualmente destinato a tornare in Sardegna.

Articolo precedente
giuliniCagliari, parla Giulini: «Valuteremo se confermare Lopez»
Prossimo articolo
ionita cagliariMoldavia, nuova convocazione per Ionita