Calciomercato Cagliari, è Ekdal il regista “mondiale”

ekdal
© foto www.imagephotoagency.it

Su ammissione dello stesso presidente Giulini, il Cagliari sta seguendo due registi impegnati nel Mondiale. Gli indizi portano all’ex rossoblù Albin Ekdal

Cagliari, regista cercasi. Su ammissione dello stesso presidente Tommaso Giulini, il club rossoblù sta lavorando per dare a Rolando Maran un playmaker. Sono addirittura tre i profili seguiti. «Due stanno giocando il Mondiale», motivo per cui «non saranno operazioni immediate, ma potrebbero arrivare ad agosto», ha dichiarato il patron dei sardi.

RITORNO – Uno dei due potrebbe essere l’ex rossoblù Albin Ekdal, ceduto nel 2015 all’Amburgo, dopo la retrocessione in Serie B. La stessa sorte è capitata quest’anno al club tedesco, che per la prima volta nella sua storia non giocherà più in Bundesliga. Il ritorno non è da escludere, anzi: il suo nome è circolato parecchio in questi giorni, ma il Cagliari non affonderà ora il colpo. Ekdal è infatti impegnato in Russia con la sua Svezia, di cui è titolare indiscusso a centrocampo. A sorpresa ha raggiunto gli ottavi di finale della competizione, arrivando prima nel girone, ai danni della Germania campione del Mondo. Martedì 3 luglio alle 16 gli svedesi affronteranno la Svizzera: chi vince se la vedrà nei quarti contro una tra Inghilterra e Colombia.

Vilket gäng ❤ #viärsverige

Un post condiviso da Albin Ekdal (@albinekdal) in data:

L’ALTRO REGISTA MONDIALE – Il secondo regista del Mondiale seguito dai rossoblù potrebbe essere proprio nella Colombia. Si tratta di Carlos Sanchez, titolare nella mediana dei Cafeteros, nonostante l’espulsione all’esordio con il Giappone. Di proprietà della Fiorentina, Carlos Sanchez è stato accostato al Cagliari anche nella sessione di gennaio, prima di trasferirsi in prestito all’Espanyol. Il suo contratto con i viola scade nel 2019: difficile pensare ad una sua permanenza in Toscana.

IL TERZO – Di più facile lettura il nome del terzo playmaker nominato da Giulini«Oggi è in una società dove in questo momento si fa fatica a prendere una decisione». Un chiaro riferimento alla situazione del Milan. E non è un mistero che al Cagliari piaccia il giovane rossonero (classe 1998) Manuel Locatelli. Qui la trattativa non è complicata da un Mondiale, ma da un momento societario delicato del Milan, che spera ancora di poter giocare l’Europa League nella prossima stagione.

TRE PLAY DIVERSI – Tommaso Giulini ha parlato di registi, ma in realtà si tratta di tre centrocampisti molto diversi. Albin Ekdal sarebbe un playmaker adattato. A Cagliari i tifosi l’hanno apprezzato come un’ottima mezzala, capace di inserirsi e segnare. Con l’Amburgo ha prevalentemente giocato davanti alla difesa in una mediana a due, più o meno come fa oggi con la Svezia. Con il club tedesco è stato adattato anche da centrale di difesa, a dimostrazione della duttilità dello svedese classe 1989. Più esperto Carlos Sanchez (32 anni): il colombiano è un giocatore fisico, difensivo e prevalentemente di mestiere fa il mediano di rottura. Caratteristiche simili ai giocatori avuti davanti alla difesa da Rolando Maran nelle esperienze passate. Manuel Locatelli è più giovane e con caratteristiche più da playmaker (ma può fare anche la mezzala). È bravo sia nell’impostare sia nel difendere. Sicuramente un profilo più futuribile, anche se bisogna vedere con quale formula verrebbe in Sardegna. Se ne riparlerà più avanti, in attesa di capire quale sarà il futuro di Luca Cigarini. Il regista della scorsa stagione, nonostante le parole del suo agente, potrebbe lasciare Cagliari dopo appena un anno.

Articolo precedente
giulini cagliariCalciomercato Cagliari, Giulini: «Seguiamo due registi impegnati al Mondiale»
Prossimo articolo
carli cagliari sondaggioCalciomercato Cagliari, da Castro a Kouamè: il punto