Cagliari, Zedda sul nuovo stadio: «Progetto serio, speriamo di poter arrivare alla delibera»

zedda
© foto www.cagliarinews24.com

Giornata importante per quanto riguarda l’iter burocratico relativo al nuovo stadio del Cagliari che dovrebbe nascere sulle ceneri dell’attuale Sant’Elia. Dopo l’ok arrivato dalla conferenza di servizi e dalle commissioni Lavori Pubblici e Sport, è infatti in corso la discussione in Consiglio Comunale della proposta per l’affidamento della concessione per la realizzazione e la gestione del nuovo impianto cittadino. Nel suo intervento in Consiglio, il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda ha espresso la speranza di arrivare alla delibera del progetto, con l’intenzione di completare i lavori nella primavera del 2019. 

 

ARRIVA LA DELIBERA? – Queste le parole di Zedda: «Il progetto dello stadio si inserisce nell’ambito della candidatura di Cagliari a città europea dello Sport 2017 e la scelta della città di Cagliari per le olimpiadi del 2024. E’ in progetto la riqualificazione degli immobili di proprietà del comune nel quartiere di Sant’Elia, alcuni in corso ed altri che ci auguriamo partano a breve. Il progetto è stato pensato in merito allo sviluppo del quartiere intero. Non sfugge a nessuno la presenza del rudere: lo stadio della città è in condizioni indegne per la società, speriamo di poter ormai usare il passato per quanto riguarda la delibera per il progetto dello stadio. L’intenzione è quello di completare la realizzazione nella primavera del 2019, perché sarebbe bello avere lo stadio per il centenario del Cagliari, che sarà nel 2020».

 

PROGETTO SERIO – Il Sindaco manifesta poi entusiasmo per il progetto presentato dal Cagliari, realizzato secondo le linee indicate dalla nuova legge in materia: «Siamo i primi in Italia a curare la nuova legge di stabilità degli stadi, 147/13, entrata in vigore nel 2014: articolo 1, comma 304, che sancisce il diritto all’impianto sportivo. La legge prevede una tempistica certa ed un procedimento trasparente, oltre ad una consistente implementazione del fondo di garanzia gestito dall’Istituto per il Credito Sportivo anche per le società private. In questo contesto si inserisce la proposta attraverso l’affidamento in concessione dell’area ove attualmente sorge il Sant’Elia. Finalmente una società privata ha deciso di investire nell’interesse di tutto, presentando un progetto serio e con tutte le condizioni indicate dalla legge 147/13. Si tratta di un impianto nuovo, moderno e da 21000 posti, spazi per eventi anche non sportivi, servizi, un museo, ristorante ed altri spazi commerciali. La conferenza di servizi ha richiesto alla società proponente una serie di modifiche, che la società ha integralmente accettato. Siamo quindi nella fase di studio di fattibilità».

 

 

Articolo precedente
Ascoli, oggi doppia seduta all’Ecoservices
Prossimo articolo
Cagliari, doppia seduta in vista dell’Ascoli: assenti solo Dessena e Melchiorri