Cagliari, una stagione da record: tutti i numeri dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

La stagione del Cagliari si è conclusa con la promozione in Serie A e la vittoria del campionato di Serie B. I rossoblu hanno aggiunto alla propria bacheca la Coppa “Ali della vittoria”, consegnata dal presidente della Lega B Andrea Abodi durante la serata di celebrazioni dedicata a Daniele Conti. Un cammino entusiasmante – sebbene alternato a qualche momento di difficoltà che comunque non intacca il valore dell’impresa – che consegna la squadra di Massimo Rastelli alla storia del club. Ripercorriamo allora la cavalcata dei rossoblu attraverso i numeri: sono tanti, infatti, i record conquistati dal Cagliari in questa memorabile stagione.

 

1 – Per la prima volta nella sua quasi centenaria storia, il Cagliari ha conquistato la vittoria del campionato di Serie B. Nei 5 precedenti in cui i rossoblu hanno centrato la promozione in Serie A, mai questa era coincisa con la conquista del primo posto: 2° posto nel 1963/64 e 1978/79, 3° posto nel 1989/90 e 1997/98. Nella stagione 2003/04, i rossoblu di Edy Reja arrivarono a pari punti con il Palermo, che però si aggiudicò la vittoria del campionato in virtù della differenza reti.

 

2 – Il Cagliari ritorna in Serie A dopo una sola stagione tra i cadetti. Un risultato non così scontato se si considerano le insidie e le difficoltà che lastricano il lungo campionato di Serie B. E’ la seconda volta che i rossoblu centrano l’immediata risalita dopo un solo anno dalla retrocessione: l’impresa era riuscita soltanto nella stagione 1997/98, quando il Cagliari di Giampiero Ventura conquistò la promozione dopo la cocente delusione dell’anno prima, nello spareggio di Napoli con il Piacenza.

 

4 – Di gran lunga il miglior attacco della Serie B, merito anche di un parco attaccanti di categoria nettamente superiore, sono ben 4 i rossoblu andati in doppia cifra in questa stagione. Si tratta di Diego Farias (14), Joao Pedro (13), Niccolò Giannetti e Marco Sau (10). Un bottino complessivo di 47 reti sulle 78 realizzate, ben il 60% del totale, e che avrebbe potuto essere anche più cospicuo se Federico Melchiorri, fermo a 8 gol, non fosse stato costretto a finire anzitempo la stagione a causa dell’infortunio al ginocchio.

 

10 – Nonostante le difficoltà in avvio di campionato, in questa stagione il Cagliari ha brillato anche per il rendimento esterno. Vincendo le ultime due trasferte in casa di Bari e Pro Vercelli, i rossoblu hanno prima eguagliato e poi centrato il primato assoluto di successi lontano da casa: ben 10 infatti le vittorie esterne stagionali, il precedente record di 8 successi apparteneva alla stagione 2003/04, quella dell’ultima promozione in Serie A.

 

15 –  Se il rendimento esterno è stato da record, quello casalingo non è stato da meno, macchiato soltanto dalle 3 sconfitte (Novara, Perugia, Spezia) arrivate nel periodo di maggiore difficoltà. Stratosferico il cammino al Sant’Elia nel girone d’andata, con 11 vittorie e 1 pareggio (Como) su 12 partite disputate. Con la vittoria sulla Salernitana nell’ultimo match casalingo della stagione, i rossoblu hanno raggiunto quota 15, eguagliando il primato assoluto di vittorie interne appartenente alla stagione 2003/04.

 

17 – E’ il numero di rossoblu andati a segno in questa stagione. Un’autentica cooperativa del gol, seconda solo al Crotone, che ha chiuso il campionato con 18 marcatori diversi. Questa la speciale classifica marcatori dei rossoblù – tenendo conto delle reti realizzate in campionato: Farias (14), Joao Pedro (13), Giannetti, Sau (10), Melchiorri (8), Di Gennaro (4), Cerri (3), Ceppitelli, Salamon, Tello, Munari (2), Balzano, Capuano, Cinelli, Deiola, Fossati, Pisacane (1).

 

25 – Con il primato di vittorie casalinghe e in trasferta, non poteva di conseguenza mancare anche quello di successi complessivi stagionali. Con le ultime due vittorie su Salernitana e Pro Vercelli, i rossoblu hanno prima eguagliato il precedente record di 24 vittorie totali della stagione 2003/04 e poi conquistato il record assoluto di vittorie in una singola stagione, a prescindere dalla categoria.

 

78 – Il Cagliari si conferma il miglior attacco della Serie B con 78 reti realizzate in 42 partite, una media di 1,5 gol a partita. Di gran lunga il reparto offensivo più prolifico, se si considera che il secondo il Pescara, ne ha messe insieme 69. Alla prolificità sotto rete hanno contribuito i 17 giocatori andati a segno, oltre ai 4 in doppia cifra. I rossoblu conquistano per la seconda volta il titolo di miglior attacco cadetto: il record appartiene al Cagliari 2003/04 con 80 gol realizzati, quando però il campionato si giocava a 24 squadre e la squadra di Reja ebbe a disposizione 46 partite. 

Articolo precedente
Playoff Serie B, semifinali al via: Spezia-Trapani apre le danze
Prossimo articolo
Impegni con le nazionali: lunedì tocca a Krajnc, Salamon in campo mercoledì