Udinese, Delneri: «Il Cagliari ci metterà in difficoltà»

© foto www.imagephotoagency.it

La conferenza stampa di Delneri, allenatore dell’Udinese che domani sarà ospite del Cagliari

Il tecnico dell’Udinese Luigi Delneri ha appena concluso la conferenza stampa alla vigilia della sfida di Cagliari, in programma domani alle 15. Il tecnico ha parlato della situazione in casa bianconera ed analizzato le caratteristiche del Cagliari, senza però sbilanciarsi quando il discorso è caduto sulla formazione di domani.

IL CAGLIARI – «Il Cagliari la classifica non l’ha costruita solo al Sant’Elia: ha vinto a Milano su un campo molto complicato, e poi ha una squadra che sfrutta a pieno le gare in casa – l’esordio di Delneri -. E’ un punto davanti a noi, cercherà di ottenere il risultato più importante. Subisce tanti gol? Ma ne ha anche fatti tanti, ha subìto molto ma con squadre di livello importante e davanti ha giocatori di sicura affidabilità: Sau, Borriello, Farias e Melchiorri. A centrocampo hanno giocatori importanti come Barella e Di Gennaro e giocatori di caratura come Padoin, Isla, Storari».

LE ULTIME GARE – «Vorremmo sempre giocare bene: quando giochiamo con le linee giuste, compatti, giochiamo meglio. Concediamo meno rispetto a prima, tutto dipende dall’attenzione ma anche dall’abilità degli avversari. La squadra ha una sua fisionomia anche in fase d’attacco. Abbiamo perso contro due formazioni prime in Italia, fanno la Champions. Sono le uniche due sconfitte arrivate finora».

CASO DANILO – «Danilo? Dispiace, in tutte le famiglie il litigio può capitare, i ragazzi sono a posto e va tutto secondo le regole. La fascia di capitano? Mi sembra esagerato togliergliela per un litigio. E’ importante che i giocatori siano a posto, i ragazzi sono concentrati, domani faremo una gara consona alle nostre qualità».

LA FORMAZIONE – «Penso che Perica, Thereau e Zapata possano giocare assieme ma devono occupare bene il campo, con i giusti movimenti, soprattutto senza palla. Jankto terzino sinistro? Non ha difesa, ha qualità importanti ma non penso possa fare il terzino di una difesa a 4. Ha qualità ma lo vedo centrocampista. Samir sostituto di Felipe? Vediamo. Ha già giocato lì, così come Adnan, dipende dalla gara che vogliamo fare. Penaranda ha lavorato bene, è uno di giocatori che posso usare in attacco, ha qualità importanti. Se lo convoco significa che è a disposizione. Danilo insostituibile? Nessuno lo è. La formazione non la so nemmeno io».

FASE DIFENSIVA – «Nel calcio attuale la marcatura a uomo è un diktat per tutte le squadre, si può marcare anche a traiettoria: il problema è la palla, non il giocatore. Noi abbiamo il dovere di marcare la palla. Farias è un giocatore molto interessante, creerà difficoltà come tanti altri rossoblù: da Borriello a Di Gennaro, passando per Sau».

CAMPIONATO – «Da qui alla sosta cerchiamo di fare più punti possibili, siamo carichi: ogni tanto fa bene avere qualche cosetta. Il gruppo va molto d’accordo e dobbiamo affrontare ogni domenica come se fosse decisiva, cercheremo di ottenere la salvezza il prima possibile».

Articolo precedente
Zapata UdineseUdinese, Zapata: «A Cagliari con la mentalità giusta»
Prossimo articolo
Udinese, i convocati per Cagliari: c’è Danilo