Connettiti con noi

Focus

Cagliari-Spezia 2-2: l’analisi dei goal realizzati

Pubblicato

su

La gara dai due volti tra Cagliari e Spezia finisce in pareggio: gli uomini di Italiano strappano un punto al Cagliari che spreca tutto

Dalla gioia incontenibile di Pavoletti per il ritorno al goal dopo 553 giorni di astinenza, alla delusione nei minuti di recupero, quando Klavan commette fallo in area di rigore e concedere il penalty e il pareggio allo Spezia. Nel mezzo un Cagliari a due facce: inesistente nel primo tempo, indomabile nel secondo, dove però spreca le occasioni migliori per chiudere definitivamente il match e come il calcio insegna viene punito duramente. Chi non ha sprecato è Leonardo Pavoletti, che si è fatto trovare pronto all’appuntamento più importante per lui: il suo goal vale il momentaneo vantaggio per i rossoblù, che sette minuti prima avevano trovato il pareggio con Joao Pedro. Di seguito l’analisi dei goal realizzati:

1-1 JOAO SUONA LA SVEGLIA – Nessuno vede la porta come lui. La rete del pareggio che porta la sua firma nasce da un pallone buttato in area da Zappa. La sfera si “impiglia” tra la testa del difensore spezzino e la schiena del brasiliano, che con un movimento fulmineo si gira e lascia partire una sassata sul palo lungo. Provedel si allunga e la tocca ma non abbastanza. Palla in rete e Joao suona la carica ai suoi.

2-1 FINALMENTE PAVO – Leonardo Pavoletti è tornato! La sua rete vale il momentaneo vantaggio per i rossoblù, che dura fino ai minuti di recupero. Anche il secondo goal del Cagliari nasce dai piedi del solito Zappa, che fa partire un cross basso all’indirizzo del bomber livornese. Il movimento è da attaccante di razza: taglio sul primo palo e splendido colpo di tacco in anticipo sul difensore, che non trafigge il portiere avversario.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

 

Advertisement