Cagliari, seguita con attenzione la crescita di Desogus: tornerà alla base a fine stagione - Cagliari News 24
Connettiti con noi

Focus

Cagliari, seguita con attenzione la crescita di Desogus: tornerà alla base a fine stagione

Pubblicato

su

Il futuro del giovane talento di proprietà del Cagliari Jacopo Desogus, ora in prestito al Pescara in Serie C

Un futuro nella propria terra e un presente niente male con il Pescara. Jacopo Desogus sta disputando la sua prima stagione nel calcio dei grandi, con la squadra biancazzurra in Serie C. L’ex attaccante del Cagliari Primavera è stato girato in prestito nella squadra abruzzese dopo aver esordito nel campionato di Serie B contro il Como (con Fabio Liverani in panchina). La partenza del giovane sardo ha un po’ sorpreso la tifoseria, soprattutto dopo un pre campionato giocato su livelli davvero convincenti ed entusiasmanti. Il classe 2002 sta continuando il suo percorso di crescita con il Pescara e, ora, lo guiderà un allenatore esperto come Zdeněk Zeman (tornato in Abruzzo nei giorni scorsi dopo le dimissioni di Alberto Colombo).

Soprattutto con la Primavera, Desogus ha messo in mostra doti tecniche invidiabili e, con l’allenatore boemo, le sue abilità offensive non possono che migliorare. Per il giovane attaccante, 20 presenze in Serie C, un gol e ben 4 assist per un totale di 1205 minuti collezionati. Il Cagliari si gode il proprio gioiellino in Serie C, ma lo tiene soprattutto d’occhio. Il club rossoblù ne monitora la crescita, anche perché Desogus (una volta terminato il prestito con il Pescara) tornerà alla base, in Sardegna.

Non è improbabile un coinvolgimento nel progetto del Cagliari: la squadra isolana ha dimostrato, nel corso di questa stagione, di puntare e credere fortemente nei giovani cresciuti nel proprio settore giovanile. Zito Luvumbo, Adam Obert e Christos Kourfalidis sono tra i giovani che scendono in campo regolarmente con la prima squadra. Da non dimenticare, inoltre, il nome dell’allenatore del Cagliari, Claudio Ranieri. Fin dai primi momenti in cui è tornato sulla panchina sarda, lo stesso tecnico di Testaccio ha precisato a chiare lettere di non guardare alla carta d’identità o allo stipendio. Gioca chi si adatta meglio al suo gioco e chi dimostra di tenere ai colori della maglia che indossa. Il presente di Desogus dice che c’è una Serie B da conquistare con il Pescara (biancazzurri a quota 49 punti, alla pari con il Foggia, terzo in classifica), ma soprattutto un Cagliari da convincere a puntare su di lui.

Cagliari News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 50 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 – PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Cagliari Calcio S.p.A. Il marchio Cagliari Calcio è di esclusiva proprietà di Cagliari Calcio S.p.A.