Cagliari-Sassuolo 1-1, le pagelle: Rog il migliore, Joao Pedro cinico

Rog Cagliari
© foto 12-07-2020 Calcio Serie A 2019/20, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari vs Lecce. Foto Gianluca Zuddas/CagliariNews24.com. Nella foto: Rog

Le pagelle di Cagliari-Sassuolo 1-1, 34ª giornata Serie A 2019/20

CAGLIARI (3-5-2): Cragno 6; Pisacane 5, Ceppitelli 6, Carboni 4.5; Faragò 5.5, Nandez 6, Birsa 5 (46′ Ladinetti 6), Rog 6.5 (90′ Klavan s.v.), Mattiello 5; Pereiro 5 (46′ Simeone 6), Joao Pedro 6.5.
A disposizione: Rafael, Ciocci, Lykogiannis, Porru, Walukiewicz, Delpupo, Lombardi, Paloschi, Ragatzu.
Allenatore
: Zenga 6.

SASSUOLO (4-3-3): Pegolo 6; Muldur 6 (71′ Magnani s.v.), Marlon 5.5, Ferrari 5.5, Rogerio 6.5 (90′ Kyriakopoulos s.v.); Djuricic 6.5 (90ì Manzari s.v.), Locatelli 7, Traore 6.5 (71′ Ghion s.v.); Haraslin 6.5 (71′ Raspadori s.v.), Caputo 6.5, Boga 5.5.
A disposizione: Consigli, Russo, Peluso, Chiriches, Piccinini, Mercati.
Allenatore
: De Zerbi 6.5.

LA CRONACA DEL MATCH

Le pagelle motivate dei rossoblù

CRAGNO 6: Non può nulla sul gol di Caputo. Il resto della gara lo vede inoperoso o quasi.

PISACANE 5: Non copre bene il palo sul gol di Caputo che sblocca la partita da palla inattiva già al 12’. Unico vero errore di una partita in cui il Sassuolo ha gestito tanto il pallone ma senza affondare.

CEPPITELLI 6: Il Sassuolo gestisce la partita, ma dalle sue parti Caputo non lo mette mai davvero in difficoltà.

CARBONI 4.5: Un’espulsione dettata dall’ingenuità e dall’inesperienza del giovane difensore. Prende due gialli sicuramente evitali, soprattutto il secondo che lascia al 48’ la squadra in inferiorità numerica.

FARAGÒ 5.5: Il suo colpo di testa favorisce il gol di Caputo. Costretto a restare bloccato sulla linea dei difensori, è l’uomo che recupera più palloni nella partita (ben 24) ma non permette al Cagliari di uscire dalla pressione neroverde.

NANDEZ 6: Anche l’uruguagio recupera diversi palloni, senza però mai trovare gli attaccanti per ripartire. Non mancano neanche oggi garra e corsa. Prestazione complessiva comunque sufficiente.

BIRSA 5: Non ha il passo né la mentalità per giocare da regista. Perde tanti palloni banali, non riesce a smistare e dettare i tempi come dovrebbe fare un playmaker basso. Fuori ruolo.
Dal 46’ LADINETTI 6: Esordio assoluto tra i grandi per il regista della Primavera. Cerca il lancio e la verticalizzazione con personalità. Buona la prima.

ROG 6.5: Soffre il palleggio e il lungo possesso palla del Sassuolo, ma propizia il gol del pareggio di Joao Pedro con un bell’assist per il brasiliano. Il Cagliari supera la metà campo solo grazie ai suoi strappi. È il migliore tra i suoi.
Dal 90’ KLAVAN S.V.

MATTIELLO 5.5: Anche lui, come Faragò, è costretto a restar bloccato dietro, non trovando mai la possibilità di farsi vedere in avanti.

PEREIRO 5: Anche lui, come Birsa, gioca fuori ruolo. In completa difficoltà nel ruolo di attaccante centrale, non riesce mai a farsi vedere per permettere alla squadra di ripartire.
Dal 46’ SIMEONE 6: Non fa grandi cose, ma dà un punto di riferimento alla squadra una volta recuperato il pallone. Con lui in campo, anche in 10, è un altro Cagliari.

JOAO PEDRO 6.5: Partita in ombra, in linea con le precedenti uscite, fino al 63’, quando gli capita tra i piedi l’unico pallone buono della gara che manda cinicamente in rete. Sale a quota 18 e riprende la marcia verso il record.

ZENGA 6: Formazione titolare discutibile, con Birsa e Pereiro fuori ruolo. La squadra però è brava a restare in partita, nonostante il 23% di possesso palla. Nel secondo tempo con l’ingresso di Simeone il Cagliari cambia faccia, riesce in qualche modo ad uscire e anche in dieci riesce ad agguantare il pareggio.