Cagliari, quanti attaccanti: Lopez cambia modulo?

© foto www.imagephotoagency.it

Tra le cessioni saltate di Farias e Giannetti e il ritorno di Han, Lopez si ritrova con sette attaccanti a disposizione in rosa

Dai due di domenica ai sette di oggi. Tra rientri da squalifiche e calciomercato, Diego Lopez dovrà fare i conti con un reparto offensivo affollatissimo. Sono infatti ben sette gli attaccanti a disposizione del tecnico uruguaiano. Decisamente troppi per i soli due posti dello scacchiere rossoblù, che ha trovato continuità grazie al 3-5-2. E dire che sarebbero dovuti partire proprio i due schierati a Crotone: Farias è stato ad un passo dal Sassuolo nell’operazione a tre che avrebbe dovuto portare Politano a Napoli; era tutto fatto anche per Giannetti alla Virtus Entella, ma il contratto non è stato depositato in tempo.

GLI ALTRI – Le squalifiche di Pavoletti e Joao Pedro, insieme all’infortunio di Sau, avevano costretto il Cagliari ad affrontare la delicata trasferta di Crotone con soli due attaccanti. Pavoloso e JP sono ritornati e con ogni probabilità riformeranno il tandem d’attacco contro la Spal. Pattolino aveva recuperato dal problema che l’aveva costretto ad uscire anzitempo contro il Milan, ma Lopez ha preferito non rischiarlo in Calabria. Ci sarà – almeno in panchina – domenica alla Sardegna Arena.

CALCIOMERCATO – Il mercato invernale ha portato due ulteriori innesti. Il colombiano Damir Ceter, che tra problemi burocratici e forma fisica, non sarà schierabile fin da subito. Il classe 1997 rappresenta comunque un investimento sul lungo periodo, vista anche la giovane età. È un anno più giovane Han Kwang-Song, ma rappresenta già un patrimonio per il Cagliari. Lo dimostrano le ultime insistenti voci di mercato. Il nordcoreano è tornato nell’ultimo giorno disponibile dal prestito al Perugia. Da capire le sue condizioni: non ha giocato le ultime tre partite con gli umbri a causa di un problema muscolare e si stava allenando in differenziato. Ad Asseminello, invece, ha svolto una seduta personalizzata con l’altro nuovo arrivato Caligara. Le sue caratteristiche permettono a Lopez di avere un’arma diversa rispetto agli altri sei e non è difficile pensare che gli verrà concesso tanto spazio, anche se a gara in corso.

CAMBIO MODULO – Con tutti questi attaccanti a disposizione e senza l’arrivo di una vera alternativa a centrocampo, non è difficile pensare che Lopez possa tornare a proporre il 3-4-1-2. In quel caso Joao Pedro andrebbe a fare il trequartista alle spalle di Pavoletti e di una seconda punta (Sau, Farias, Han). Restano più indietro nelle gerarchie Giannetti e Ceter. Poco praticabile la strada del tridente, visto che l’unico tra i sette in grado di giocare sull’esterno è Farias.

Articolo precedente
borrielloSPAL, a Cagliari senza l’ex rossoblù Borriello
Prossimo articolo
caligara cagliariCaligara: «Cagliari la scelta giusta» – VIDEO