Cagliari-Pescara, le pagelle della partita: Barella il migliore

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Cagliari-Pescara, gara vinta 1-0 dai rossoblù grazie al rigore di Joao Pedro

Il Cagliari vince 1-0 contro il Pescara e può festeggiare la permanenza matematica in Serie A. Decisivo il rigore trasformato in gol da Joao Pedro nel primo tempo.Le pagelle dei rossoblù:

Rafael 6,5: Compie più di una prodezza per evitare il pareggio del Pescara.

Pisacane 6,5: Partita con poche sbavature per l’ex Avellino, tornato a giocare sulla fascia destra dopo le buone gare al centro della difesa. Insuperabile nell’uno contro uno.

Bruno Alves 6: Regge il duello fisico con Cerri. Peccato per il giallo.

Salamon 6: Rischia di concedere qualcosa di troppo agli attaccanti abruzzesi, ma è autore di un’altra buona prova al centro della difesa.

Murru 6,5: Vince il duello con Zampano e sfiora anche il gol. Tutto con la fascia da capitano sul braccio.

Ionita 6: Da uno come lui ci si aspetta sempre di più, ma è sempre nel vivo del gioco, facendosi trovare largo sulla destra. (Dal 58′ Faragò 5,5: Dovrebbe dare qualcosa in più al centrocampo rossoblù, ma è sempre in difficoltà).

Tachtsidis 5,5: Tocca tanti palloni, ma ne sbaglia la maggior parte.

Barella 7: È ovunque, il suo contributo alla squadra in entrambe le fasi è determinante. Lo fermano solo i problemi fisici per le numerose botte prese in partita. Il rigore – segnato da Joao Pedro – nasce da una sua percussione in area di rigore. (Dal 77′ Padoin s.v.).

Joao Pedro 6,5: Trasforma il rigore dell’1-0 che regala i tre punti, la vittoria e la salvezza matematica al Cagliari.

Farias 5: Da un contributo maggiore rispetto al solito in fase difensiva, ma davanti è inesistente e non riesce mai a pungere la peggior difesa del campionato. (Dal 64′ Sau 5,5: Non riesce a chiudere la partita).

Borriello 5,5: Due sole occasioni sulla sua testa. La prima finisce di poco fuori. Poi Fiorillo gli nega la gioia della diciassettesima rete in campionato.

Rastelli 5,5: Il Cagliari vince, si salva, ma contro il Pescara già retrocesso e ultimo in classifica è lecito pretendere di più, sia dal punto di vista del gioco che del risultato.

Le pagelle del Pescara:

Fiorillo 6,5: Non può nulla sul rigore di Joao Pedro. Miracoloso su Borriello. Tiene aperta la partita.
Zampano 5,5: In difficoltà in entrambe le fasi di gioco.
Fornasier 5: “Para” il tiro di Joao Pedro, regalando il rigore decisivo al Cagliari.
Milicevic 5: Fatica a trovarsi a suo agio in un ruolo non suo. (Dal 90′ Crescenzi s.v.).
Coulibaly 5,5: Poco brillante in mezzo al campo, anche se fa sentire il suo fisico commettendo parecchi falli.
Muntari 4: Da una punto di vista tecnico non gioca una partita malvagia, ma lascia i suoi in dieci di sua spontanea volontà nel finale.
Memushaj 6,5: Uno dei più attivi del Pescara. Prova in più di un’occasione ad impensierire Rafael.
Benali 6: Cerca la conclusione da fuori senza successo.
Cerri 6: Il grande ex gioca una partita sufficiente, impensierendo più di una volta la difesa rossoblù.
Caprari 6,5: È il più attivo dei suoi sulla sinistra insieme a Memushaj, nonostante le difficoltà nell’uno contro uno con Pisacane. Prova a creare tanto, ma non basta agli abruzzesi.
Zeman 5,5: La squadra del boemo, contratta nel primo tempo, reagisce nella ripresa, ma senza riuscire ad avvicinarsi al pareggio.