Cagliari, ora Maran può mettere nel mirino Rastelli

maran cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari di Rolando Maran può migliorare l’11° posto finale raggiunto da Massimo Rastelli due stagioni fa sulla panchina rossoblù

Quota 40 punti raggiunta. Salvezza ipotecata e virtualmente chiusa. Nelle ultime 5 giornate, il Cagliari proverà a fare più punti possibili e migliorarsi. La squadra allenata da Maran ha già fatto meglio della scorsa stagione, quando i rossoblù si salvarono all’ultima giornata e chiuso il campionato a 39 punti. Ora nel mirino c’è la stagione 2016/17, la prima con Massimo Rastelli in Serie A. Quel Cagliari, con i 16 gol di Marco Borriello e una difesa non proprio impenetrabile (76 gol subiti), concluse la stagione all’11° posto con 47 punti, a -1 dalla Sampdoria decima.

OBIETTIVO – Dopo il successo sul Frosinone, il Cagliari può concentrarsi unicamente sull’arrivare più in alto possibile, nonostante un calendario complicato. Nelle prossime giornate, i rossoblù affronteranno in ordine Roma e Napoli in trasferta, Lazio in casa. Tre partite per dire chi è veramente questa squadra e cosa può realmente fare. Oggi Pavoletti e compagni sono decimi, a pari punti con una Fiorentina in piena crisi, ma davanti ai viola grazie agli scontri diretti: 1-1 a Firenze, 2-1 alla Sardegna Arena. Cercare di restare davanti fino alla fine può permettere a Maran di migliorare il miglior risultato in Serie A da quando Giulini è presidente del club (l’11° posto di Rastelli), centrare il miglior piazzamento dai tempi di Allegri (9° posto con 53 punti nel 2008/09) e raggiungere una decima posizione che non vale solo il prestigio, ma anche introiti importanti dai diritti televisivi per mettere le basi per stagioni più importanti.