Cagliari, impresa contro l’Inter: sfatato il tabù trasferta

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari espugna San Siro e conquista i primi punti in trasferta. Dopo un primo tempo di grande sofferenza, conclusosi sullo 0-0, la squadra di Rastelli è entrata in campo con più determinazione ed ha sfiorato il vantaggio prima con Melchiorri e poi con Sau. Nel rovesciamento di fronte la doccia gelata per i sardi, con Joao Mario abile a ribattere in rete la respinta corta di Storari. La reazione dei sardi è immediata, ma è ancora una volta decisivo Handanovic sulla botta al volo di Di Gennaro.

 

LA RIMONTA – Azzeccati i cambi di Rastelli, che mette in campo Borriello ed Isla, al 26’ arriva il pareggio con Melchiorri, bravo e fortunato a stoppare un difficile pallone ed insaccare alle spalle del portiere nerazzurro. Dieci minuti dopo ancora Melchiorri fa tremare San Siro, ma il suo colpo di testa finisce a lato di un soffio. La squadra sarda prende coraggio e cerca la vittoria, sfruttando le difficoltà di un’Inter stordita dalla reazione dei sardi e sbilanciata alla ricerca del vantaggio. Al 40’ il gol del sorpasso: da una mischia in area la palla arriva a Melchiorri, che cerca un tiro cross con Handanovic ancora fuori dai pali. Il portiere sloveno nel tentativo di evitare la rete spinge oltre la linea la sfera. Nel finale Borriello, Isla e Padoin hanno le occasioni per chiudere i conti ma Handanovic e la difesa interista salvano la porta. L’assalto finale dei nerazzurri è vano, al 49’ Valeri fischia per tre volte ed il Cagliari sfata il tabù trasferta dopo le sconfitte contro Genoa, Bologna e Juventus.

 

La squadra sarda, dopo i 10 punti guadagnati tutti al Sant’Elia, conquista i primi punti esterni e lo fa al termine di una grande prova alla Scala del Calcio. Ora i sardi si trovano al settimo posto in classifica, con 13 punti dopo 8 giornate.

 

Articolo precedente
Inter-Cagliari, le pagelle dei rossoblu
Prossimo articolo
Rastelli a Sky: «Melchiorri scelta giusta. Borriello è stato importante a gara in corso»