Connettiti con noi

2014

Cagliari, i numeri della gestione Zeman

Pubblicato

su

L’arrivo di Zdenek Zeman nell’estate scorsa ha scatenato l’entusiasmo della piazza cagliaritana, pronta ad affidarsi ad un progetto tecnico accattivante nel quadro già reso movimentato dal cambio alla dirigenza del club dopo oltre 20 anni di gestione Cellino. Sembrava che il legame fra il nuovo presidente Giulini ed il tecnico boemo fosse una delle poche certezze, ma le prime sedici giornate di campionato sono bastate per incrinare prima e poi rompere del tutto quel vincolo.

 

Sogni, speranze e proiezioni a bocce ferme necessitano per forza di cose di passare all’esame dei numeri una volta che si è fatta almeno una parte del cammino. L’analisi delle statistiche rossoblù sono impietose, non solo il progetto calcistico del boemo stenta a prendere corpo per quel che riguarda l’estetica del gioco, ma cominciano a scricchiolare le fondamenta stesse della costruzione. Quando si punta in alto può essere spaesante ritrovarsi a metà percorso lontani dall’obiettivo, ma se a mancare sono i requisiti minimi per la salvezza la situazione precipita. E’ proprio allora che una dirigenza si ritrova a dover accantonare, a torto o a ragione, ogni possibile scommessa per guardare ai freddi numeri e cercare rimedi veloci ed efficaci.

 

I punti raccolti dalla formazione rossoblù sono certo meno di quelli che, almeno in alcune occasioni, avrebbe meritato sul campo. Ma i numeri, impietosi, finiscono per fotografare i bilanci e guidare le scelte. I dodici punti che relegano il Cagliari al terzultimo posto in classifica raccontano di una media-partita di soli 0,75. Se la media esterna è più rosea (1,1 punti a partita con 14 gol fatti e 12 subiti)), è quella interna ad aver pesato sopra ogni cosa sulla decisione finale del club. Le otto gare disputate al Sant’Elia hanno fruttato tre soli punti, raccolti in occasione dei pareggi con Sampdoria, Milan e Genoa, a fronte di ben cinque sconfitte (media di 0,375 a partita). Sette gol fatti davanti al pubblico amico contro ben 17 al passivo.

Le uniche gioie arrivate in casa sono relative alla Coppa Italia, con il 2-0 al Catania in agosto e la rocambolesca vittoria ai rigori sul Modena.

Cagliari News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 50 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 – PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Cagliari Calcio S.p.A. Il marchio Cagliari Calcio è di esclusiva proprietà di Cagliari Calcio S.p.A.