Cagliari, Rastelli dà la carica: «Col Genoa ritroviamo il sorriso»

rastelli
© foto CagliariNews24.com

Meno di 24 ore a Cagliari-Genoa. Questo pomeriggio è andata in scena ad Asseminello la consueta conferenza stampa della vigilia di mister Rastelli

Sarà ancora Rastelli contro Juric, una sfida che si ripete dal campionato cadetto 2015/16. Obiettivi comuni per i tecnici di Cagliari Genoa, che domani cercheranno di dare un calcio alla crisi di gioco e risultati delle rispettive squadre e di affossare una diretta concorrente per la salvezza. Alle 17 il tecnico dei sardi ha analizzato in conferenza stampa le chiavi tecnico-tattiche e i pericoli della sfida dell’8ª giornata del campionato di Serie A. Rastelli si aspetta una reazione dai suoi. «Cosa temo di più in questa partita? Noi stessi. Vorrei rivedere la squadra entusiasta e convinta dei propri mezzi, quella che fino a Ferrara aveva soddisfatto tutti. Non devono essere tre sconfitte a minare l’entusiasmo e la voglia di crescere. Nel turno infrasettimanale le energie non ci hanno permesso di dare il meglio, ora abbiamo caricato le batterie e lavorato in maniera egregia. Domani vogliamo raccogliere i frutti».

VERSO CAGLIARI-GENOA – Coi liguri potrebbe toccare all’olandese Gregory van der Wiel, terzino prelevato in estate dai turchi del Fenerbahçe. «Van der Wiel è in una condizione tale da poter essere preso in considerazione per un posto da titolare». Pochi dubbi di formazione per il tecnico di Torre del Greco, che in settimana ha studiato tutte le possibili soluzioni in chiave anti-Genoa. «Ai ragazzi ho chiesto di ritrovare il sorriso che le sconfitte avevano cancellato. Sugli aspetti tecnico-tattici nulla da eccepire, dobbiamo ritrovare lo smalto. Abbiamo lavorato su diversi sistemi che Juric potrebbe proporre, i ragazzi sono preparati a cambiamenti anche a partita in corso».

IL CAMMINO DELLE DUE SQUADRE – Domani i rossoblù potranno contare sull’entusiasmo della Sardegna Arena. «Entrare nel nostro stadio è emozionante, come lo è vedere i volti di coloro che hanno fatto la storia del club. Ma domani non ci sarà spazio per le emozioni, ci sarà solo Cagliari-Genoa. Le due squadre finora hanno raccolto meno di quanto potevano, il Genoa ha un organico importante e ha pagato diversi episodi. Squadra di tutto rispetto».

RECUPERATO SAU, OUT MELCHIORRI – Buone notizie dall’infermeria coi recuperi di Sau e Cragno. «Sau sta bene, è rientrato a pieno regime da mercoledì. Pavoletti in queste due settimane ha lavorato sulla condizione fisica e ha fatto grandi progressi. Dubbi di formazione? Non ne ho, da martedì abbiamo lavorato sulla gara e ho le idee chiare. Spero che i ragazzi domani siano bravi a interpretare la gara. Sono tutti convocati, rientra anche Rafael. Out solo Melchiorri e CossuA Pavoletti non ho detto niente circa l’astinenza, mi aspetto una deviazione fortuita e casuale che lo sblocchi e andrà tutto bene». Ancora fermo, come detto, Federico Melchiorri. «Sembrava che stesse meglio e la convocazione con il Chievo voleva fargli respirare l’aria dello stadio insieme alla squadra. Viviamo alla giornata, può capitare un contrattempo quando vieni da un crociato».

LAVORO SULLA FASE OFFENSIVA – «I numeri di attacco evidenziano i problemi delle ultime due gare, col Sassuolo ad esempio abbiamo tirato tanto in porta ma non è arrivato il gol. Quello che conta è riuscire a sviluppare bene le situazioni, contano fisico e testa. Ovviamente abbiamo lavorato sulla finalizzazione, domani spero che i ragazzi esprimano il loro potenziale. Tutti sono consapevoli di un rendimento generale un po’ al di sotto nelle ultime gare. Abbiamo sviscerato i motivi, sono sicuro che la squadra domani tornerà quella di tre settimane fa».

SODDISFAZIONE BARELLA – Reduce dalla prima chiamata in azzurro, Nicolò Barella è pronto a riprendersi il suo Cagliari. «La convocazione spero che gli darà un’ulteriore spinta. Non deve pensare di essere arrivato, deve sapere sempre che conta quello che farà domani e ogni domenica per dimostrare di essere un giocatore importante. Per noi tutti è stata una grande soddisfazione la sua chiamata in azzurro».

PANCHINA CALDA – «I momenti di difficoltà prima o poi arrivano per qualsiasi squadra in Serie A, noi conosciamo il nostro valore e non dobbiamo abbatterci. Facciamo parlare il campo, i risultati arriveranno. Domani sarebbe importante offrire una bella prestazione, credo che il risultato poi sia una conseguenza. È una gara delicata per entrambe le squadre, chi interpreterà meglio i momenti della gara farà più punti». Infine una chiosa sulla sua panchina. «Se mi sento in discussione? Come la settimana scorsa e come domani sera. Come sempre».

Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato Sergio Cadeddu

Articolo precedente
Genoa, i convocati di Juric per Cagliari: rientra Lapadula
Prossimo articolo
sau cagliariCagliari-Genoa, i 22 scelti da Rastelli: ci sono Sau e Cragno