Cagliari, dieci punti dopo sette turni: Sant’Elia bunker, flop in trasferta

© foto www.imagephotoagency.it

Il campionato di Serie A si ferma per la seconda volta, complici gli impegni delle nazionali. Dopo sette giornate è opportuno tracciare un bilancio dell’avvio di stagione del Cagliari, tornato in massima serie dopo un anno di Serie B. Sono 10 i punti guadagnati nelle prime sette gare del torneo, un bottino di tutto rispetto che colloca la neo promossa formazione isolana al 10° posto in classifica, a meno 3 dalla Roma terza e più 4 dal terzultimo posto. Un andamento che garantirebbe, se mantenuto costante, una tranquilla salvezza. Ma c’è una particolarità: i 10 punti ottenuti finora dai sardi sono arrivati tutti tra le mura amiche, mentre lontano dal Sant’Elia il Cagliari è fermo a 0 punti.

 

BUNKER SANT’ELIA – Dopo aver costruito la promozione della scorsa stagione tra le mura amiche, con il Sant’Elia diventato una sorta di spauracchio per le avversarie, il Cagliari del Rastelli bis continua sulla falsa riga dello scorso anno. Dopo aver fermato la Roma rimontando il doppio svantaggio all’ultimo minuto, i sardi hanno superato tre dirette concorrenti alla salvezza come Atalanta, Sampdoria e Crotone nelle successive gare interne.

 

FLOP TRASFERTA – Delle sette gare finora disputate il Cagliari ne ha perse 3, tutte quelle giocate lontano dal Sant’Elia. L’esordio a Marassi contro il Genoa dove i rossoblù, schierati con la difesa a 3, hanno faticato a tenere alto il baricentro e si sono arresi al tris calato dai padroni di casa nell’ultima parte di gara. A Bologna, dopo la buona prestazione casalinga contro la Roma, si è rivista una squadra troppo confusa e rinunciataria, che ha dovuto incassare un’altra sconfitta. A chiudere il quadro delle gare esterne c’è la trasferta di Torino, conclusasi sul 4-0 per una Juventus dimostratasi troppo superiore contro un Cagliari annichilito.

 

Dieci punti e decimo posto, dopo sette giornate l Cagliari naviga in acque tranquille esclusivamente grazie al rendimento casalingo. Tra le mura del Sant’Elia i sardi sembrano avere acquisito una propria fisionomia. Il prossimo obiettivo, dichiarato da Rastelli e giocatori, è quello di trovare la quadratura del cerchio anche in trasferta.

Articolo precedente
Inter, seduta pomeridiana tra palestra e campo
Prossimo articolo
Cagliari, domani la ripresa degli allenamenti