Crotone-Cagliari, sardi a caccia di punti e conferme

rastelli cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Alla ricerca del «vero Cagliari»: a Crotone la banda Rastelli è chiamata a confermare i progressi visti contro la Sampdoria e tradurli in punti

Il pareggio di Marassi contro la Sampdoria ha lasciato l’amaro in bocca per la rete ingiustamente annullata ad Ibarbo all’89’. Una rete che avrebbe, con tutta probabilità, consegnato la vittoria – e tutto ciò che ne consegue – ai rossoblù. Nessun salto in classifica, il Cagliari è tornato dalla trasferta ligure con un solo punto ma tante certezze in più. Il modulo camaleontico, che cambia a seconda delle fasi di gioco, ha funzionato: il 4-4-1-1 in fase di non possesso ha permesso ai sardi di chiudere gli spazi e restare compatti, costringendo la Sampdoria ad un’infinità di tocchi prima di riuscire ad infilarsi in area; il 4-3-3 in fase offensiva ha invece permesso ai rossoblù di arrivare con costanza e pericolosità dalle parti di Viviano. Dalla partita in casa della Sampdoria il Cagliari ha trovato nuove certezze: la squadra versatile e dinamica che nelle precedenti uscite oltre Tirreno si era ben comportata in fase di contenimento ora sa anche offendere. Certezze che dovranno essere cementate nella trasferta dello Scida, casa di un Crotone che nonostante una classifica deficitaria ha sempre mostrato spirito battagliero e crede ancora nel sogno salvezza.

UN ALTRO ESAME – Seconda trasferta di fila per i sardi, che esattamente un girone fa sfruttavano le due gare casalinghe consecutive per attuare lo stacco rispetto alle squadre in coda al torneo. Una partita di grande importanza, che potrebbe chiudere – definitivamente, o quasi – il discorso salvezza: una vittoria sul Crotone porterebbe i rossoblù a 31 punti, a +18 proprio dai calabresi. Non solo: il calendario degli isolani nasconde una serie di gare insidiose che potrebbe parzialmente compromettere quanto di buono costruito sinora. Dopo il Crotone arriverà l’Inter al Sant’Elia, poi la gara in casa della Fiorentina, quindi la Lazio tra le mura amiche. Tre gare contro squadre attrezzate per i primi posti della graduatoria e dalle quali i sardi potrebbero uscire ridimensionati. Motivo per cui la gara contro il Crotone, oltre ai risvolti immediati di classifica, vale tanto. «Il vero Cagliari lo vedremo d’ora in avanti», l’avviso del tecnico isolano qualche giorno dopo il poker rifilato al Genoa. Da allora è passato poco più di un mese ed il Cagliari ha raccolto appena 2 punti in 5 partite. Un bottino che non rende merito alla positiva evoluzione, tattica e psicologica, dei rossoblù. A Genova la squadra rossoblù ha dimostrato di aver cambiato registro anche in trasferta, sfiorando la seconda vittoria stagionale. Ora i sardi sono attesi dalla trasferta di Crotone, gara in cui sono chiamati a confermare i progressi visti a Marassi e mostrare, concretamente, il vero Cagliari.