Cragno, l’agente: «E’ un patrimonio del Cagliari, merita la Serie A»

cragno
© foto www.cagliarinews24.com

Alessio Cragno si sta affermando come uno dei migliori portieri della Serie B ed anche il ct dell’Italia Ventura lo tiene d’occhio. Così il suo agente Battistini: «Futuro? A fine stagione valuteremo con il Cagliari»

La stagione di Alessio Cragno è sotto gli occhi di tutti. Il portiere di proprietà del Cagliari ha definitivamente messo alle spalle la sfortunata esperienza in Serie A, appena ventenne e tra i pali di una squadra inesperta e votata all’attacco, ed ha ripreso da dove aveva lasciato. Proprio in Serie B Cragno si era fatto notare, giovanissimo, con la maglia del Brescia. Da lì la chiamata del nuovo Cagliari di Giulini e l’amara stagione in Sardegna, chiusa con la retrocessione. Dopo mezza stagione da dodicesimo, il Cagliari decide di mandarlo in prestito al Lanciano prima ed al Benevento poi. Due esperienze che rendono autostima al portiere dell’Under 21, convocato nuovamente da Ventura per uno stage. Dopo la buona esperienza al Lanciano, nel Sannio Alessio Cragno sta dimostrando che la Serie B gli sta stretta. Il Cagliari, dopo averlo gestito e fatto crescere, lo attende a fine stagione.

BATTISTINI: «CRAGNO PATRIMONIO ROSSOBLU» – Intanto su di lui si sono posati gli occhi di diversi club e del ct dell’Italia, Giampiero Ventura, che lo ha convocato per il secondo stage dei giovani emergenti in corso in queste ore: «Siamo contentissimi – ha detto il suo agente Battistini a gianlucadimarzio.com -. Alessio ha destato un’ottima impressione nel primo stage e questa nuova convocazione è un segnale importantissimo. Il ragazzo era stato molto apprezzato da Ventura già a novembre: adesso ne abbiamo la conferma. Il secondo posto con il Benevento, la Nazionale Under 21, gli stage con la Nazionale maggiore: è un periodo fantastico». Ma il rendimento del portiere classe ’94 non sorprende Battisitini, che considera il suo assistito pronto per la massima serie: «Sono cose che bisognerà valutare con il Cagliari e capire cosa vogliono fare. Penso che sia un capitale per la società rossoblù, da valorizzare nel migliore dei modi. Se Alessio continua fino a fine stagione a questi livelli spero che il prossimo anno possa trovare posto nella categoria che gli compete, la Serie A». Chiusura sull’interesse di diversi club di alta fascia, su tutti il Napoli: «Quando stai facendo bene e arrivano anche gli interessi dei top team non puoi chiedere veramente di più. Ci fa un grandissimo piacere, ma adesso piedi per terra e continuiamo così».