Cagliari, attento: l’Inter gioca (e segna) con la testa

© foto www.imagephotoagency.it

Il primato dell’Inter sui goal realizzati di testa mette in guardia il Cagliari: troppe le reti subite sul gioco aereo nella propria area

Cagliari e Inter si incroceranno domani nell’anticipo serale alla Sardegna Arena. La trasferta sarda non fa paura all‘Inter, forte di un primato che la vede navigare da sola in cima alla classifica dei goal realizzati di testa. Sono sei fino ad ora, meglio di tutte le altre squadre del campionato. Il capitano Mauricio Icardi è il giocatore nerazzurro ad averne concretizzato di più: tre reti messe a segno grazie a questo fondamentale. Fra queste, le ultime due sono quelle che hanno siglato la doppietta vincente contro l’Atalanta nella scorsa giornata. Il Cagliari, al contrario, soffre parecchio sulle incornate avversarie: cinque i goal di testa subiti, e anche questo è un record fra le squadre di Serie A. Nessun altro ne ha presi così tanti, e con la prima della classe la massima attenzione è d’obbligo.

Infatti, i colpi di testa andati a segno con il Cagliari si sono sempre concretizzati in situazioni di confusione dentro l’area. E l’Inter non solo è una squadra che vede bene la porta con la testa, ma realizza tantissimo grazie ai cross in area: dieci reti su venticinque si sono sviluppate così. La squadra di Spalletti è cinica e usa la testa non solamente per segnare; non è un caso vederla così in alto con gli occhi puntati allo scudetto, imbattuta ormai da 15 partite. Non sarà facile per i sardi neutralizzare gli attacchi interisti, e anche se la squadra di Lopez pare aver lavorato tanto sulle insicurezze nel gioco a terra, domani i pericoli maggiori arriveranno dall’alto.

Articolo precedente
giovaniliUnder 17, i rossoblù Boccia e Cusumano a Coverciano
Prossimo articolo
Cagliari-Inter, Lopez: «Appagamento? No, guardiamo la classifica»