Cagliari-Atalanta, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari conquista la prima vittoria in campionato della stagione superando con un rotondo 3-0 l’Atalanta al Sant’Elia. Grande prestazione quella dei rossoblu, rinfrancati dal ritorno dal primo minuto di Joao Pedro. Il brasiliano ha cambiato il volto del Cagliari e dimostrando quanto la sua assenza nelle prime tre giornate abbia pesato sulle prestazioni dei rossoblu. Oltre al numero 10, protagonisti anche Rafael e la coppia gol Borriello-Sau. Il portiere para il rigore di Paloschi sull’1-0; l’attaccante napoletano punisce anche l’Atalanta con una doppietta segnando quattro in tre giornate contro le sue ex squadre, in mezzo la meritata rete di un Pattolino che firma il raddoppio e sfodera un’ottima prestazione. 

 

Rafael 7: Poco impegnato dagli attaccanti avversari, a cui la difesa rossoblu lascia le briciole. Nell’unica occasione in cui è chiamato in causa risponde alla grande parando il calcio di rigore tirato da Paloschi. Sfrutta alla grande la chance da titolare per la squalifica di Storari. 

 

Pisacane 6: Prima da titolare in Serie A per lui. Buona partita contro un avversario difficile come Gomez. L’argentino gli va via in una sola occasione costringendolo al fallo, che però sembra avvenire fuori area. (Dal 77′) Bittante sv:

 
Ceppitelli 6,5: Prestazione attenta e puntuale al rientro da titolare.
 
Bruno Alves 6,5: Stavolta il Cagliari concede poco o niente agli avversari, anche per merito del gigante portoghese che stoppa tutti i tentativi  dei nerazzurri.
 
Murru 6,5: Parte forte, proponendosi con insistenza in avanti e mettendo in mezzo qualche pallone pericoloso per la difesa atalantina. Col passare dei minuti limita le incursioni ma è comunque presente.
 
Isla 6: La condizione ottimale è ancora da trovare. Si limita a una gara ordinata e in una delle rare discese sulla destra serve l’assist a Sau per il 2-0. (Dall’82’) Munari sv: 
 
Tachtsidis 6,5: Buona la prima da titolare. Prezioso e puntuale in fase di interdizione fungendo da schermo davanti alla ripresa, abile nel dialogare con i compagni di reparto e a rilanciare l’azione in verticale.
 
Padoin 6,5: Un’altra buona gara dopo quella di Bologna. Attento in fase difensiva e propositivo in quella d’impostazione. 
 
Joao Pedro 7:Prima volta stagionale tra i convocati e Rastelli lo lancia subito da titolare, segno dell’importanza che il brasiliano si è ritagliato nello scacchiere del tecnico rossoblu. Fallisce una grande occasione in avvio di ripresa e sbaglia qualcosa in fase di rifinitura ma nel complesso la prestazione ripaga la scelta con una prestazione da incorniciare: pronti via e con un grande inserimento si procura un rigore che l’arbitro però non concede, poi serve l’assist a Borriello per il vantaggio. 

(Dal 62′) Barella 6,5: Entra bene in partita, recuperando alla grande un pallone dopo averlo perso e procurandosi diversi falli, tra cui quello che porta al gol di Borriello.
 
 
Borriello 7,5: La legge dell’ex colpisce ancora. Dopo Genoa e Roma l’attaccante punisce anche l’Atalanta, stavolta con una doppietta. Prima si fa trovare puntuale nella girata di piatto sul cross di Joao Pedro, poi nella ripresa chiude la partita direttamente su punizione. Quarto gol in quattro partite, e se questo è l’inizio…
 
Sau 7: Sin dalle prime battute si intuisce che Pattolino è in giornata. Molto mobile in avanti e bravo a portare il pressing sui difensori per riconquistare subito il pallone. Nel primo tempo impegna due volte Berisha, prima al termine di un’azione insistita e poi a conclusione di un contropiede. Nella ripresa trova prima il gol del raddoppio e poi va vicino alla doppietta personale.
 
Rastelli 7: Il Cagliari era atteso da una risposta tra le mura amiche e il 3-0 rifilato all’Atalanta è la migliore risposta alle critiche piovute in questo avvio di campionato a rilento. Il ritorno di Joao Pedro ha dimostrato quanto l’assenza del brasiliano fosse mancata nelle prime tre giornate per lo sviluppo del gioco rossoblu. Con lui in campo la musica è cambiata, e il Cagliari oggi ha sfoderato senza dubbio la miglior prestazione stagionale.
Articolo precedente
Cagliari-Atalanta, il tabellino della gara
Prossimo articolo
Atalanta, Gasperini a Sky: «Il rigore sbagliato episodio determinante»