Cagliari, accadde oggi: Jeda e Lazzari trascinano i rossoblù contro il Napoli

jeda cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Esattamente sette anni fa il Cagliari stendeva 2-0 i campani al Sant’Elia e rincorreva l’Europa League. L’amarcord di Cagliari-Napoli del 2009

Il sole, il mare e il pallone. Due terre calde e accoglienti, baciate da Poseidone e devote a Eupalla. Cagliari e Napoli sono due terre tanto simili da mal sopportarsi, forse perché entrambe troppo coscienti della propria unicità. Ben venga per il calcio italiano: quando si fronteggiano sul terreno di gioco, i fuochi d’artificio sono assicurati. Il 19 aprile 2009, le scintille dei bengala hanno tinte rossoblù.

Al Sant’Elia si incrociano due compagini che affrontano momenti diversi. Il Cagliari nutre speranze europee: la Roma, sesta, dista solo 4 lunghezze. Mancano 7 gare e alla quart’ultima i giallorossi sono attesi in Sardegna. Il Napoli ha 39 punti e, in pratica, è già salvo. Ma è ancora troppo presto per scendere in campo in ciabatte, e la gara è sentita anche ai piedi del Vesuvio.

L’equilibrio dura appena 4 minuti. Jeda, su cross di Matri, colpisce di testa in torsione e trafigge Bucci. Il Napoli prova a rispondere con Zalayeta, ma Marchetti è attento. I rossoblù tornano alla carica ma Matri, in tu per tu, colpisce l’estremo difensore dei campani.

Il secondo tempo si apre con un’altra grande occasione per il 32 isolano, ma Bucci lo ipnotizza di nuovo. Poco dopo Contini intercetta, a un metro dalla porta, un pallone insidioso messo in mezzo da Pisano: Jeda, anticipato d’un soffio, si mangia le mani. Le lancette scorrono e il Cagliari, pur non patendo a dismisura, è costretto ad abbassare il proprio baricentro. Tutto tace fino al primo di recupero: Lavezzi si avventa su un pallone vagante e calcia, dall’altezza del dischetto, a botta sicura: Marchetti si supera e salva il risultato. Sul rapido ribaltamento di fronte Jeda serve Lazzari sulla sinistra; il numero 10 controlla e, dal limite dell’area, scarica una staffilata che si infila sotto al sette. 2-0 e partita in ghiaccio.

TABELLINO: Cagliari-Napoli 2-0

Cagliari (4-3-1-2): Marchetti; Matheu, Bianco, Astori, Pisano; Fini (74’ Biondini), Parola, Lazzari; Cossu; Jeda, Matri (81’ Acquafresca). Panchina: Lupatelli, Di Laura, Mancosu, Sivakov, Ragatzu. Allenatore: Massimiliano Allegri.

Napoli (3-5-2): Bucci; Santacroce, P. Cannavaro (84’ Denis), Contini; Mannini, Pazienza (60’ Datolo), Blasi, Hamsik, Vitale (74’ Russotto); Zalayeta, Lavezzi. Panchina: Gianello, Grava, Bogliacino, Pià. Allenatore: Roberto Donadoni.

Arbitro: Domenico Celi di Campobasso.

Reti: 5’ Jeda, 93’ Lazzari.

Note: ammoniti Parola, Cossu, P. Cannavaro, Blasi.