Cagliari, accadde oggi: il 3-1 alla Salernitana vale la Serie A

mauro esposito cagliari
© foto Twitter Cagliari Calcio

Esattamente 16 anni fa, il Cagliari batteva i campani in casa e, grazie alla contemporanea sconfitta della Fiorentina, tornava in massima serie. L’amarcord di Cagliari-Salernitana del 2004

Il tanto atteso ritorno tra le grandi. Dopo 4 stagioni, con il tempo che sembrava non passare mai. Due gol del Rey Suazo e uno di Ciccio Esposito, protagonisti, insieme a Zola e Langella, di un attacco da antologia. Il 29 maggio del 2004, il Cagliari stende in casa la Salernitana e torna, finalmente, dove merita: in Serie A.

I rossoblù si presentano all’appuntamento in terza posizione, a più 4 dalla Fiorentina con ancora tre gare da disputare. Per raggiungere la promozione matematica serve, oltre alla vittoria, la caduta della Viola, impegnata al Massimino di Catania. La Salernitana arriva al Sant’Elia in una condizione agiata: basta fare un punto nelle ultime tre uscite per assicurarsi la salvezza.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

Fischio d’inizio e gli ospiti sono subito pericolosi: Corneliusson colpisce al volo su cross di D’Aniello, Pantanelli devia in corner. L’estremo difensore replica al 12’ con un bell’intervento sull’incornata di Rinaudo. Sull’angolo seguente Tulli sfiora la rete. Il Cagliari è contratto e sente la pressione, che si amplifica quando giunge la notizia del vantaggio del Catania. La Salernitana passa in vantaggio al 38’, quando Nomvethe risolve una mischia di sinistro. Cala il silenzio al Sant’Elia, su cui incombono gli spettri della disfatta.

Reja, negli spogliatoi, tocca le corde giuste, e nella ripresa scende in campo un altro Cagliari. Al 9’ arriva il pari: sponda di Abeijon su lancio di Brambilla, Esposito conclude in rete, Botticella salva ma Suazo deposita in tap-in. I rossoblù si galvanizzano e, dopo 10 giri di lancetta, trovano il vantaggio con Esposito su suggerimento di Suazo. Lo stesso honduregno cala il tris dopo una manciata di minuti, trovando l’angolino con una botta da fuori area. Adesso tutte le orecchie sono rivolte verso il Massimino: il risultato non cambia, la Fiorentina soccombe e al Sant’Elia può iniziare la festa.

TABELLINO: CAGLIARI-SALERNITANA 3-1

CAGLIARI (4-3-3): Pantanelli; Modesto, Lopez, Maltagliati, Agostini; Abeijon, Brambilla, Del Nevo; Esposito (88’ Langella), Zola (77’ Conti), Suazo. A DISPOSIZIONE: Iezzo, Festa, Loria, Albino, Bianchi. ALLENATORE: Edoardo Reja.

SALERNITANA (4-4-2): Botticella; De Angelis, Olivi, Rinaudo, Molinaro; Corneliusson, Longo, Leandro, D’Aniello (67’ Di Vicino); Tulli (77’ Improta), Nomvethe (83’ Caputo). A DISPOSIZIONE: Noisi, Rinaldi, Russo, Rocco. ALLENATORE: Stefano Pioli.

ARBITRO: Emilio Pellegrino di Barcellona Pozzo di Gotto

RETI: 39′ Nomvethe, 54’ Suazo, 65’ Esposito, 70’ Suazo.

NOTE: ammoniti Modesto, Longo, D’Aniello, Tulli, Nomvethe.