Cagliari, il 2017 mese per mese: luglio

cagliari rastelli legrottaglie
© foto www.imagephotoagency.it

A luglio il Cagliari inizia la stagione 2017/18: la squadra inizia il ritiro a Pejo guidata da uno staff tecnico allargato, i vertici del club sono invece al lavoro per rinforzare la rosa

Luglio caldo, non solo per il clima. Nei primi giorni del mese il Cagliari, terminate le vacanze, raggiunge il Trentino per cominciare il ritiro pre stagionale. A Pejo si suda e si costruiscono le basi per la stagione 2017/18, e non mancano i movimenti fuori dal campo. Il nuovo ds Rossi è al lavoro per chiudere colpi in entrata ed uscita, le voci di calciomercato si fanno più intense. Nel corso del mese vengono ufficializzati gli arrivi di CigariniAndreolli e Romagna, il ritorno (annunciato) di Andrea Cossu e le cessioni di Capello (in prestito al Padova), Ibarbo (che torna al Sagan Tosu) e soprattutto di Isla. La perdita del terzino, che raggiunge il Fenerbahce, apre una voragine nell’out difensivo di destra. Il ruolo di terzino se lo contendono ora Padoin e Faragò, entrambi adattati: per questo, nonostante le dichiarazioni di facciata, il Cagliari resta vigile in attesa di occasioni sul mercato. Nel frattempo Borriello rinnova con il club, salvo poi passare alla SPAL alla vigilia del campionato.

Non solo sudore a Pejo e calciomercato. A luglio proseguono alacremente i lavori per la Sardegna Arena, stadio provvisorio che ospiterà il Cagliari per le prossime stagioni. Meritano una nota anche i nuovi allenamenti dei rossoblù: Rastelli, affiancato da un ampliato e qualificato staff tecnico, organizza delle sedute in cui il lavoro con la palla è molto più presente. A fine luglio il Cagliari si trasferisce nella confermata Aritzo per concludere il ritiro estivo.

Articolo precedente
Cagliari, il 2017 mese per mese: giugno
Prossimo articolo
cagliariCagliari, doppia seduta di allenamento e la visita di Dario Silva