Bradaric: «Giocare in Italia era il mio sogno, sono nato per fare il regista»

bradaric cagliari nazionali rossoblù
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista croato del Cagliari Filip Bradaric si è raccontato in un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport

Arrivato in estate dal Rijeka, Filip Bradaric si è conquistato presto una maglia da titolare nel centrocampo di Maran. Nell’ultima gara contro il Torino è rimasto fuori, ma già oggi a Frosinone è pronto a posizionarsi nuovamente davanti alla difesa. Il croato del Cagliari, che in Russia ha vissuto dalla panchina l’emozione del cammino mondiale della sua nazionale, ha parlato a La Gazzetta dello Sport, raccontando le prime emozioni dei suoi primi mesi in Serie A. Perché giocare in Italia «era il mio sogno. È uno dei tornei migliori. Il Cagliari mi ha cercato e società e allenatore mi hanno convinto. Poi c’è stata la spinta di Srna». Il numero 6 rossoblù non teme la concorrenza con Cigarini, anzi: «È una sana competizione, che sprona e deve esserci», dice, «A me lui piace tanto, gioca calmo e ha fatto una bella carriera». Rispetto a Ciga, Bradaric è forse meno regista: «Mi manca ancora un passettino, ma sono nato per fare il regista e ci arriverò. Mi impegno solo per quello. Difensore? A volte Maran me lo chiede, già l’ho fatto e mi piace».

Articolo precedente
Serie A, vincono Juve e Samp. Alle 12.30 Milan-Parma
Prossimo articolo
barella italiaEuro 2020, i gironi dei nazionali rossoblù