Chi è Bradaric, il nuovo regista del Cagliari – VIDEO

bradaric
© foto Youtube

Cagliari, ecco Filip Bradaric: il classe ’92 arriva in rossoblù da vice campione del mondo dopo le esperienze in patria con Hajduk, NK Primorac e Rijeka

Con qualche giorno di ritardo rispetto alle attese il Cagliari ha ufficializzato l’acquisto di Filip Bradaric. Il centrocampista arriva dal Rijeka ed ha firmato un contratto che lo lega alla società isolana sino al 2023. Il croato classe ’92, formatosi calcisticamente nell’Hajduk Spalato, è andato in prestito nel 2011 all’NK Primorac Stobrec. In 2.HNL – la cadetteria croata – ha avuto modo di crescere inanellando 27 presenze arricchite da 6 reti. Nel 2013 il ritorno alla base: l’esordio in massima serie con la maglia dell’Hajduk avviene nel luglio 2013. In stagione Bradaric raccoglie 25 presenze in 1.HNL, con 1 gol e 4 assist. Nel 2014/15 il centrocampista veste ancora la maglia del club nel quale è cresciuto aumentando il numero di presenze (28, con 2 gol e 4 assist) e portando a 4 il numero di gettoni in gare internazionali per club (4 le gare di qualificazione all’Europa League disputate).

IL RIJEKA E LA NAZIONALE – Nel 2015/16 il passaggio al Rijeka: con la squadra di Fiume Bradaric vince al secondo anno Coppa nazionale e campionato e diventa uno dei centrocampisti più in vista del massimo campionato croato. In maglia bianca aumenta anche l’esperienza internazionale: Bradaric mette insieme 5 presenze in Europa League (di cui una contro il Milan a San Siro lo scorso settembre) e 6 gare di qualificazione in Champions League. Le prestazioni con il club istriano lo portano nel giro della Croazia (maglia vestita in precedenza nelle selezioni U19 e U21). Dopo averlo visto in occasione di tre amichevoli, il ct Dalic decide di convocarlo per i Mondiali di Russia. Nel corso della competizione Bradaric debutta in nazionale in una gara ufficiale: per lui 65′ nel match vinto a Rostov contro l’Islanda. Un piccolo contributo del classe ’92 allo straordinario cammino della Croazia nell’ultima Coppa del Mondo, interrotto soltanto in finale nel match contro la Francia. Ora per il regista classe 1992 c’è il Cagliari ed un’occasione in una Serie A che sta tentando di tornare ai vecchi fasti.

CARATTERISTICHE TECNICHE – Bradaric si presenta come il classico regista con visione di gioco e buona tecnica, che si disimpegna anche in fase difensiva. Piede preferito il destro, ma non disdegna l’utilizzo del mancino anche per lanci e conclusioni a rete. Rispetto a Cigarini, Bradaric potrebbe garantire maggiore dinamicità al reparto centrale, perdendo inevitabilmente quella dose di esperienza portata dall’attuale 8 isolano. Dopo le esperienze maturate in patria, per Bradaric si apre un nuovo capitolo di carriera. Al centrocampista il compito di confermare quanto di buono fatto vedere in 1.HNL ed affermarsi in un campionato qualitativamente superiore come quello di Serie A.

Articolo precedente
Antonini Lui-Gremio, manca solo l’ufficialità
Prossimo articolo
Trabzonspor-Cagliari 0-0: sintesi, cronaca e tabellino