Bologna-Cagliari, le pagelle dei rossoblu

bruno alves
© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari esce sconfitto per 2-1 dal confronto con il Bologna nel lunch-match del Dall’Ara della 3^ giornata di campionato. I rossoblu tengono a lungo il pallino del gioco ma faticano a rendersi pericolosi in avanti, dove Borriello Sau non riescono praticamente mai a impensierire Da Costa. In difesa, un’altra grande prestazione di Bruno Alves, sempre più leader del reparto arretrato e non solo, mentre è da dimenticare la prestazione di Isla, che fatica davanti alla vivacità di Krejici. Male anche Storari, che si fa sorprendere sulla punizione di Verdi e poi si fa espellere per un intervento al limite dall’area in avvio di ripresa. Per il Cagliari arriva così la seconda sconfitta in trasferta di questo campionato. 

 

Storari 4,5: Salva in avvio su Taider, poi quello del Dall’Ara si trasforma in un pomeriggio da incubo: prima si fa sorprendere sul suo palo dalla conclusione di Verdi su punizione che vale il vantaggio bolognese, poi in apertura di ripresa l’intervento su Krejici al limite dell’area che, per quanto dubbio, lascia il Cagliari in dieci.

Isla 4,5: In evidente difficoltà fisica, complici anche gli impegni con la nazionale e il lungo viaggio di rientro dal Sud America. Si perde Taider concedendo al Bologna la prima occasione del match, poi tiene in gioco Krejci sull’azione che porta all’espulsione di Storari e, infine, si fa superare facilmente ancora da Krejici che serve l’assist per Di Francesco.
 
Salamon 6: Non preciso nei disimpegni e ingenuo nel commettere il fallo che porta alla punizione vincente di Verdi. Ha però il merito di tenere a galla i rossoblu con un paio di interventi efficaci sui contropiede del Bologna. 
 
Alves 7: Autentico baluardo difensivo, conferma l’ottimo avvio di stagione con un’altra grande prestazione. Concede nulla agli attaccanti bolognesi disimpegnandosi con classe e poi riapre la partita con uno splendido calcio di punizione dalla distanza.
 
Murru 6: Non affonda praticamente mai, ma dalla sua parte il Bologna non riesce a sfondare.
(Dal 66′) Tachtsidis 5,5: Esordio difficile per l’ultimo acquisto rossoblu. Entra con il Cagliari sotto di due gol e in inferiorità numerica. Schierato da interno sinistro fatica a dare sostegno a Padoin in fase difensiva.
 
Ionita 5: Gara sottotono quella del moldavo, anche lui reduce dagli impegni in nazionale. Nel primo tempo fatica a trovare la posizione e sulla corsia di destra il Cagliari fatica a contenere le giocate degli esterni avversari. Nel finale si infortuna in uno scontro di gioco in area avversaria ed è costretto ad uscire lasciando la squadra in dieci.
 
Di Gennaro 6,5: Altra buona partita del regista rossoblu dopo l’ottima prova con la Roma. Il Cagliari gestisce il possesso per lunghi tratti del match e lui detta i tempi di gioco facendo girare bene il pallone.
 
Padoin 6,5: Tra i migliori in campo dei rossoblu al Dall’Ara, con tante buone iniziative soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa scala sulla linea dei difensori con qualche difficoltà in più in una posizione inusuale. 
 
Barella 6: Bene dal punto di vista tattico, arretra di molto il suo raggio d’azione per dare copertura al centrocampo e paga il lavoro in fase difensiva con poca lucidità sulla trequarti, dove non riesce a incidere.
(Dal 54′) Rafael 6: Non può nulla sul tocco sotto porta di Di Francesco, in precedenza mostra ottimi riflessi salvando sul colpo di testa ravvicinato di Destro.
 
Borriello 5,5: Si sbatte come un dannato là davanti, e nel primo tempo riesce ad andare alla conclusione in un paio di occasioni. Quest’oggi però sono ben pochi i palloni che arrivano là davanti e non riesce a lasciare il segno.
 
Sau 5: Prestazione sottotono quella di Pattolino, che fatica tanto soprattutto nel primo tempo. Servito poco e male dai compagni, è costretto ad agire lontano dalla porta per poter giocare qualche pallone.
(Dal 72′) Farias 5,5: Il suo ingresso non cambia la sostanza nel reparto avanzato, se non nel dare un po’ di vivacità in più a un attacco che oggi non è riuscito a creare nessuna occasione veramente pericolosa.
 
Rastelli 5,5: Da rivedere le scelte di formazione iniziali. Isla e Ionita, reduci dagli impegni con le nazionali faticano parecchio sulla catena destra esponendo il Cagliari ai maggiori pericoli. Gli episodi cambiano l’inerzia del match, ma per lunghi tratti il Cagliari ha tenuto il pallino del gioco faticando però a trovare soluzioni offensive.
Articolo precedente
bolognaBologna, Donadoni a Sky: «Vittoria che fa morale, abbiamo messo la giusta determinazione»
Prossimo articolo
MIXED ZONE – Rafael: «Perdere non fa mai piacere, siamo convinti di valere di più»